Home Politica Politica Savona

Sprar per migranti minori, Savona si ribella. Minniti: ok, paga lo Stato

8
CONDIVIDI
Migranti (foto di repertorio)

“Con una nota firmata dal Ministro dell’Iterno Marco Minniti, diffusa nei giorni scorsi, il
Ministero dell’Interno ha comunicato l’ammissione ufficiale del progetto
“SPRAR minori” del distretto savonese al finanziamento ministeriale”.

A darne l’annuncio oggi è stata la sindaca di Savona Ilaria Caprioglio. I minori, quindi, non saranno più a carico dell’amministrazione locale, come accade per tanti altri Comuni liguri.

““Come anticipatoci telefonicamente a dicembre con le rassicurazioni da parte del
Ministero – ha spiegato Caprioglio – il progetto SPRAR minori promosso da Savona sarà finanziato dal
Ministero. Un’ottima notizia con cui cominciare l’anno nuovo, che ci
consente di gestire e non più subire un problema concreto, quello dei
minori stranieri non accompagnati, che incideva sulle casse del Comune
per circa 300-330 mila euro l’anno”.


L’ammissione ufficiale del progetto SPRAR minori del distretto savonese
al finanziamento ministeriale è per oltre 862mila euro annui e un costo
ammesso di 918mila circa, comprensivo di cofinanziamento.

Esprimiamo soddisfazione per questo risultato, in attesa di ricevere ulteriori
comunicazioni in merito all’avvio attività e di definire alcuni dettagli tecnici””.

Il Comune di Savona oggi ha inoltre annunciato un finanziamento in arrivo anche per lo SPRAR
adulti “con 10 posti totali per la Città di Savona, in continuità con il
progetto attuale, finanziato per oltre 121 mila euro annui”.

 

8 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here