Home Politica Politica Genova

Basta buonismo e degrado: stop alcol per strada dalle 7 alle 21 | Mappa

0
CONDIVIDI
Alcol per strada: stop di Tursi nel Centro storico di Genova

Insicurezza e degrado. Stop alcol per strada nel Centro storico a Genova. Il Comune, su richiesta di residenti e commercianti, ha vietato il consumo di bevande alcoliche in gran parte di vicoli e piazze da Principe a Sottoripa.

Il provvedimento di Tursi stabilisce che in molte zone è vietato “dalle 7 alle 21 il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e in qualsiasi contenitore, in area pubblica e o aperta al pubblico ad eccezione dei dehors”.

Sono state previste multe fino a 500 euro.

“Considerato il successo e l’efficacia che l’ordinanza ha avuto a Sampierdarena – ha spiegato l’assessore alla Sicurezza Stefano Garassino (Lega) – abbiamo considerato non solo necessario ma prioritario estendere tale provvedimento in quelle zone dove il ripristino della vivibilità è ineludibile”.

“La zona di Sottoripa merita un’attenzione particolare – ha aggiunto l’assessora al Commercio Paola Bordilli (Lega) – perché si tratta di una parte di città che costituisce un polo attrattivo per le attività turistiche e di svago in cui non possiamo più permettere i numerosi episodi di ubriachezza, spesso molesta, che creano degrado e insicurezza”.

Ecco la mappa del perimetro all’interno del quale vige il divieto di consumare alcolici per strada dalle 7 alle 21: Piazza del Principe, Via Bersaglieri d’Italia, Via Alpini D’Italia, Via Gramsci, Calata Simone Vignoso, Ponte Morosini, Ponte Calvi, Passeggiata Calata Rotonda, Ponte degli Spinola, Calata Falcone e Borsellino, Ponte Embriaco, Via al Porto Antico, Calata Cattaneo, Calata Mandraccio, Via alla Calata Marinetta, Via della Mercanzia, Piazza Cavor, Via Turati, Via San Giorgio, Piazza San Giorgio, Via Canneto il Curto,  Via S. Lorenzo sino alla Piazza S. Lorenzo (compresa), Piazza Raibetta, Via Frate Oliverio, Via Sottoripa, Piazza Caricamento, Via al Ponte Reale, Piazza Banchi, Via degli Orefici, Via di Soziglia, Piazza Soziglia, Via dei Macelli di Soziglia, Vico inferiore del Ferro, Vico del Ferro, Via Garibaldi, Piazza della Meridiana, Via Cairoli, Largo della Zecca, Via Bensa, Piazza della Annunziata, Via Balbi (esclusa), Piazza Acquaverde, Via A. Doria.

“E’ un’ordinanza che aspettavamo da tempo – ha spiegato il presidente del Civ Sottoripa Stefano Boggiano – si tratta di un inizio che finalmente c’è stato. Ringraziamo gli assessorati alla Sicurezza e al Commercio che si sono dati da fare venendo incontro alle esigenze di residenti e commercianti. Apprezziamo gli sforzi del Comune di Genova”.

“Porto Antico, Sottoripa e Principe – hanno aggiunto il presidente del Municipio Centro est Andrea Carratù e il consigliere municipale delegato alla Sicurezza Antonio Susi Olivieri – rappresentano il biglietto da visita della città. L’ordinanza anti alcol nasce dal basso perché da tempo era stata richiesta dai residenti e dal tessuto buono del commercio nel Centro storico. Infatti, è solo l’inizio di un percorso contro il degrado. A breve comincerà anche una ristrutturazione dei porticati storici a Sottoripa. Ringraziamo gli assessori e il sindaco Marco Bucci per il loro impegno. Chiediamo a tutti i genovesi di collaborare e darci una mano per lo sviluppo della Città vecchia e per renderla più vivibile a tutti”.