Home Politica Politica Genova

Insulti e minacce sui social a prima vaccinata Covid, Toti: No-Vax ignoranti e cattivi

0
CONDIVIDI
L'infermiera Claudia Alivernini, prima vaccinata contro il Covid in Italia (foto di repertorio fb)

“A tutti coloro che in queste ore hanno subito insulti e minacce di morte per essersi vaccinati contro il Covid va tutta la nostra solidarietà. Mentre la piena condanna va ai No-Vax che in questi giorni stanno mostrando il loro lato peggiore, tra ignoranza e cattiveria”.

Lo ha dichiarato stasera su fb il governatore ligure Giovanni Toti, commentando le minacce e gli insulti ricevuti sui social network dall’infermiera dello Spallanzani Claudia Alivernini, prima vaccinata Covid in Italia.

“A chi la chiama libertà di pensiero – ha aggiunto Toti – rispondo che questa è offesa di pensiero.

Certi commenti offendono soprattutto la memoria di chi ha perso la vita per il virus e chi ha combattuto in corsia. Senza dimenticare i mesi di perdite e privazioni che tutti stiamo affrontando.

Io appena sarà il mio turno darò il mio esempio e mi vaccinerò, non ci sarà nessun No-Vax a fermarmi.

Io peraltro non avrei problemi a renderlo obbligatorio.

Noi per questa epidemia abbiamo sospeso fondamentali libertà costituzionali, da quella di movimento a quella di riunione.

Se il vaccino consente di salvare vite umane, farci ritornare a una vita normale e ripristinare la nostra libertà, allora il vaccino è quantomeno un obbligo morale.

Basta dibattiti surreali, usiamo il buonsenso e fidiamoci della scienza. In questi giorni di una cosa sono sicuro: a certe persone servirebbe il vaccino contro la stupidità. Ma quello purtroppo non è ancora stato trovato”.