Home Cronaca Cronaca Genova

Aggredita da ragazza per la mascherina, Assoutenti: sui treni Daspo come allo stadio

0
CONDIVIDI
Passeggeri su un treno (foto di repertorio fb)

“Un’escalation di violenza inaccettabile che preoccupa i consumatori e deve portare a una reazione dura da parte delle istituzioni”.

Lo hanno dichiarato oggi i responsabili di Assoutenti, esprimendo “piena solidarietà” all’assessora comunale all’Ambiente e Pubblica Istruzione del Comune di Arenzano Giovanna Damonte, aggredita stamane sul treno da una ragazza per avere chiesto di indossare la mascherina.

Chiede di indossare la mascherina, presa a calci e schiaffi da ragazza sul treno

“L’assessora presa a calci, schiaffi e pugni per avere chiesto il rispetto delle norme anti Covid – hanno aggiunto da Assoutenti – rappresenta una deriva di inciviltà che fa orrore e contro cui occorre adottare seri provvedimenti.

Così come esiste il Daspo per lo stadio nei confronti dei soggetti violenti, occorre disporre il divieto di accesso ai mezzi pubblici come treni e bus anche nei confronti di chi ha aggredito l’assessora Damonte, e di tutti coloro che non rispettano le norme anti Covid, a partire da quella sull’uso della mascherina.

In tal senso e in vista delle novità che entreranno in vigore il prossimo 6 dicembre, è importante che le Forze dell’ordine e il personale ferroviario incrementino i controlli presso le stazioni, verificando prima dell’accesso dei passeggeri a treni regionali e bus il possesso del Green pass, anche per evitare situazioni di concreto pericolo come quella di stamane”.