Home Politica Politica Genova

Savonese arrestato dalla Digos. Pd: è un neonazista, casa nostra come Capitol Hill

0
CONDIVIDI
Consiglieri regionali liguri del Pd (foto d'archivio)

“L’arresto, oggi all’alba, di un neonazista ventiduenne di Savona, accusato di progettare azionisti terroristiche di matrice suprematista, è una notizia che ci sconvolge e che non può essere sottovalutata.

Chi guarda ai terribili fatti di Capitol Hill come a una fenomeno lontano e che ci riguarda solo parzialmente, avrà avuto un brutto risveglio questa mattina.

Perché anche in casa nostra, in Italia e in Liguria, le reti naziste e fasciste del terzo millennio prosperano grazie ai discorsi d’odio e al razzismo, che serpeggia ogni giorno agli angoli delle strade, sui social network e sui mass media”.

Lo hanno dichiarato oggi i consiglieri regionali del Pd, a seguito dell’operazione della Digos che ha arrestato un 22enne savonese con l’accusa di associazione con finalità di terrorismo.

Propaganda suprematista: 22enne di Savona arrestato per finalità di terrorismo

Manifestante disarmata uccisa dalla Polizia a Capitol Hill | Video

“Ci sono neonazisti della porta accanto – hanno aggiunto – che grazie a Internet, si organizzano, fanno proselitismo e provano a replicare, anche qui da noi, attacchi terroristici, che prendono di mira persone di origine ebraica, donne, stranieri, emarginati: chiunque non si conformi alla loro idea malata di società.

Tutti quanti siamo in pericolo di fronte alla follia di chi mette l’odio e la violenza al servizio della propria ideologia.

Per stroncare sul nascere questo tipo di fenomeni anche la politica deve fare la sua parte.

Serve una reazione fortissima da parte di tutte le istituzioni”.