Home Cronaca Cronaca Imperia

Processo Breakfast: Claudio Scajola condannato a 2 anni, pena sospesa

0
CONDIVIDI
Processo Breakfast: Claudio Scajola condannato a 2 anni, pena sospesa

Chiara Rizzo ad un anno, collaboratori assolti

Claudio Scajola è stato condannato a due anni di reclusione con sospensione condizionale della pena, mentre Chiara Rizzo, moglie dell’ex parlamentare di Forza Italia ed armatore Amedeo Matacena, latitante a Dubai, è stata condannata ad un anno con pena sospesa e restituzione dei beni che le erano stati sequestrati.

Assoluzione per Maria Grazia Fiordaliso e Martino Politi, ex collaboratori di Matacena.

Ad emettere la sentenza è stato il Tribunale di Reggio Calabria, presieduto da Natina Pratticò, nell’ambito del processo “Breakfast”.

Claudio Scajola era accusato di procurata inosservanza della pena in favore dell’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena, latitante a Dubai e per lui il procuratore aggiunto di Reggio Calabria aveva chiesto 4 anni e mezzo di reclusione, con interdizione dai pubblici uffici.

Per Chiara Rizzo, moglie di Matacena, erano stati chiesti undici anni e mezzo di reclusione.

Reggio Calabria, pm chiede 4 anni e mezzo di reclusione per ex ministro Scajola