Home Cronaca Cronaca Genova

Morte operaio, 24 ore di sciopero in Fincantieri di Sestri Ponente

0
CONDIVIDI
Morte operaio, indagato il fratello capo squadra per omicidio colposo

E’ in corso lo sciopero di 8 ore per turno dei lavoratori di Fincantieri, dopo la morte di un operaio di una ditta che lavorava in sub appalto nella stabilimento.

L’uomo, Salvatore Lombardo, di Marassi, è precipitato dal ponte 11 mentre stava lavorando su una impalcatura nel bacino di carenaggio di una nave in costruzione.

I portinerie dello stabilimento di Sestri Ponente sono state chiuse con i sindacati Fim Fiom Uilm di Genova che hanno proclamato lo stop di otto ore nello stabilimento con blocco delle portinerie su tutti e tre i turni.

Un’ora di sciopero sarà anche proclamata in tutte le altre aziende metalmeccaniche.

Nel mentre è stato chiesto un incontro con il presidente della Regione Toti e la costituzione di un tavolo di lavoro per dare più risorse alla sicurezza dei lavoratori.

Da parte dello stabilimento, si legge in una nota: “Con riferimento all’incidente mortale avvenuto in serata presso il cantiere di Sestri Ponente, Fincantieri partecipa con profondo cordoglio al dolore della famiglia, garantendole sin d’ora il pieno sostegno”, nel contempo “La società sta assicurando alle autorità competenti il massimo impegno per l’accertamento delle cause che hanno provocato l’incidente mortale”.

Lo stesso presidente Toti ha dichiarato: “Regione Liguria esprime cordoglio per la vittima dell’incidente sul lavoro avvenuto questo pomeriggio alla Fincantieri di Sestri Ponente. Tutta la giunta si stringe intorno ai famigliari e ai colleghi di Salvatore Lombardo e ribadisce il suo impegno a garantire a tutti il diritto di lavorare in totale sicurezza”.