Home Cronaca Cronaca Genova

Genova, rimozione di veicoli abbandonati nel quartiere del Cep

0
CONDIVIDI
Cep
Rimozioni auto quartiere Cep

Sono iniziate questa mattina, con la rimozione delle prime 6 auto e 15 moto, le operazioni per lo smaltimento di 150 veicoli abbandonati nel quartiere del Cep, sulle alture di Pra’. Ad assistere alle prime fasi di rimozione l’assessore alla Sicurezza del Comune di Genova Giorgio Viale e il consigliere delegato alla Partecipazione dei cittadini in tema di Edilizia pubblica Fabio Ariotti, insieme al vicecomandante della Polizia Locale Varno Maccari.

«Abbiamo avviato la campagna di rimozione per il 2022 che segue quella dello scorso anno – spiega l’assessore Viale – abbiamo iniziato una collaborazione anche con Arte Genova e i condomini del quartiere Ca’ Nova per rimuovere anche i veicoli abbandonati che, non insistendo su suolo, pubblico non sarebbero di competenza del Comune ma su cui vogliamo provvedere nell’ottica di riqualificare e restituire decoro al quartiere. È una campagna che si inserisce in quella più ampia avviata sul contrasto all’abbandono dei rifiuti che abbiamo sviluppato, quadruplicando il nostro impegno. È una materia molto difficile perché i veicoli sono beni mobili registrati e necessitano di lunghe procedure amministrative con ostacoli burocratici sulla rimozione perché spesso risultano già sotto sequestro. Il nostro impegno resta massimo e contiamo di superare i numeri dello scorso anno»

«Questa operazione è importante per portare avanti la riqualificazione di questo quartiere – spiega il consigliere delegato Ariotti – la rimozione delle auto abbandonate va incontro a una richiesta molto sentita dai cittadini e dai comitati di quartiere con cui collaboriamo costantemente».

Le operazioni sono svolte dal personale del Nucleo Ambiente Relitti della Polizia Locale di Genova con il supporto degli operatori di Amiu Genova, per rimuovere i rifiuti accumulati all’interno di alcuni mezzi. Tra questi, un autocarro dentro cui sono stati stipati degli pneumatici.

1.433 sono i veicoli abbandonati rimossi nel 2021, contro i 1.116 del 2020 e gli 869 del 2019. La rimozione si rivela spesso un’operazione difficile sul versante burocratico, a fronte di un’attività istruttoria complicata per l’individuazione dei legittimi proprietari, ad esempio perché irrintracciabili in quanto trasferitisi all’estero; oppure i mezzi sono intestati a defunti, il che comporta tutta una serie di accertamenti. Dallo scorso anno, la Polizia Locale si è attivata per lo snellimento dei tempi burocratici con l’obiettivo di ridurre le tempistiche delle operazioni di rimozione dei veicoli tra i 60 e i 90 giorni. La mappatura dei veicoli da rimuovere verrà implementata in base alle segnalazioni dei cittadini che verranno di volta in volta registrate dagli uffici della Polizia locale.