Home Cultura Cultura Genova

Wall of Dolls a Genova per le donne

0
CONDIVIDI
Wall of Dolls a Genova per le donne
Wall of Dolls a Genova per le donne

Wall of Dolls a Genova per le donne. Il 5 marzo da piazza de Ferrari al Palazzo della Meridiana l’happening contro la violenza sulle donne.

Wall of Dolls a Genova per le donne con “Rumore del Silenzio 2° edizione”

Come ogni anno in occasione della giornata internazionale della donna, Wall of Dolls organizza un grande evento di sensibilizzazione sociale per ricordare l’importanza di dire NO alla violenza contro le donne, con la partecipazione di nomi e personaggi del panorama mediatico italiano come:

JO SQUILLO, la giornalista FRANCESCA CAROLLO, l’influencer FRANCESCA COLOMBO, l’ex Miss Italia NADIA BENGALA, il comico ENZO PACI e molti altri.

E la città di Genova, con Wall of Dolls Liguria ONLUS, avrà nuovamente il compito di aprire il tour che porterà la manifestazione verso altre tappe italiane, con l’intento di rompere il silenzio che circonda questa delicata tematica.

Oggi, 2 marzo 2022, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento alla presenza delle autorità invitate: l’Assessore Simona Ferro, il Vicesindaco di Genova Massimo Nicolò, l’Assessore Paola Bordilli.

Wall of Dolls a Genova per le donne
Assessore alle Pari Opportunità della Regione Liguria Simona Ferro-Conferenza stampa

Il Vicesindaco di Genova Massimo Nicolò, commenta:

“L’iniziativa di Wall of dolls Liguria trasmette un messaggio deciso, un no alla violenza contro le donne che va detto ancora più forte in vista della giornata internazionale della donna.

Ringrazio le organizzatrici per aver realizzato un programma davvero intenso per la giornata di sabato, un’occasione per rinnovare l’impegno di tutti, istituzioni e cittadini insieme, contro ogni forma di violenza di genere”.

L’Assessore alle Pari Opportunità della Regione Liguria Simona Ferro, dichiara:

“Ringrazio Wall of Dolls per l’impegno che ogni giorno mette nel portare avanti la battaglia contro la violenza sulle donne.

Anche quest’anno in occasione dell’8 di marzo non ha di certo lesinato gli sforzi per riportare l’attenzione su questo tema.

Io ho voluto dedicare una parola alla giornata dell’8 marzo che è: ascolto.

Troppo spesso nella giornata internazionale della donna assistiamo ad un fiume di parole e ci siamo disabituati ad ascoltare i bisogni, le aspirazioni,

le problematiche delle donne che nei due anni di pandemia hanno spesso retto il peso dell’equilibrio familiare e pagato il prezzo più alto in termini di perdita di lavoro e opportunità.

Quindi ripartiamo dall’ascolto per capire e agire a favore delle donne e recuperare gli anni perduti”.

L’Assessore al Commercio del Comune di Genova Paola Bordilli, spiega:

“La festa della donna non può limitarsi a un’occasione di ritrovo tra donne ma deve andare oltre.

Oltre alla festa, al divertimento sano tra amiche non si può prescindere da una seria riflessione nei confronti di tutte le donne ancora oggi vittime di violenza e dai motivi per i quali si trovino spesso ostaggio di situazioni economiche svantaggiose,

di un differenziale di genere che le rende subalterne e che le obbliga a scegliere tra lavoro e famiglia.

Ben vengano le mimose l’8 marzo, ma come impegno di tutti per dire stop alla violenza contro le donne”.

La coordinatrice di Wall of Dolls Liguria, Barbara Bavastro, afferma:

Wall of Dolls a Genova per le donne
Barbara Bavastro, coordinatrice Wall of Dolls Liguria-Conferenza stampa

“Il 5 marzo vuole lanciare un messaggio di incoraggiamento alle donne, anche con l’aiuto della testimonianza di chi è sopravvissuta.

E’ importante ricordare che è possibile trovare le risorse all’interno di sé, per interrompere il silenzio e contrastare ogni tipo di violenza.

Da quella fisica, alla psicologica, al mobbing e a tanti altri”.

Francesca Carollo, giornalista Mediaset e fondatrice di Wall of Dolls dichiara:

“Le bambole appese sui nostri muri ricordano che le donne dovrebbero essere trattate come gli uomini. Bambole che evocano al rispetto dell’altro, lasciate dalle mamme di tante donne uccise nel nostro Paese.

L’amore vero non è tossico, non è quello di chi ti denigra, di chi ti colpisce. In Italia 1 giorno ogni 3 una donna è uccisa da un amore che NON è amore. Non abbassiamo la guardia.”

Appuntamento dunque il 5 marzo 2022

Un intenso programma coinvolgerà la popolazione attraverso arte, cultura, fotografie, musica e testimonianze in un evento itinerante.

Dalle 16:00 aprirà in Piazza De Ferrari con i DJ Set di T-Rave e Ekaterina per svilupparsi poi in un flash mob ideato da Cindy Giuffrida dove tutti sono invitati a partecipare portando UNA BAMBOLA DA DONARE AL MURO ormai forte simbolo per la città.

Dopo l’esibizione del Perfect Life Choir diretto dal Maestro Filippo Finotti, non mancherà l’inaugurazione ufficiale con gli organizzatori e le autorità che saliranno sul palco per i saluti di apertura, con la presentazione di Fabiana Parlato che annuncerà l’intero pomeriggio in piazza.

A dare il via ci saranno:

Jo Squillo (fondatrice di Wall of Dolls), Francesca Carollo (Presidentessa di Wall of Dolls), Barbara Bavastro (Coordinatrice Wall of Dolls Liguria), Avv. Gabriella de Filippis (Vice coordinatrice Wall of Dolls Liguria), Avv. Cristina Zunini.

Insieme a loro le autorità che hanno concesso il patrocinio e reso nuovamente possibile la realizzazione di questo importante evento:

Presidente Regione Liguria Giovanni Toti, Sindaco di Genova Marco Bucci, Assessore regionale alle Pari Opportunità Simona Ferro, Assessore del Comune di Genova alle Pari Opportunità Giorgio Viale,

Assessore del Comune di Genova con delega Commercio e Turismo Paola Bordilli, Sindaco di Bogliasco Deputato della Camera Luca Pastorino,

Consigliera di Parità Irene Mercuri, Presidente Municipio VIII Medio Levante Francesco Vesco, Assessore Municipio VIII Medio Levante Anna Palmieri.

A seguire il palco sarà suddiviso tra cantanti (SoloAlex, Ranzy, Elsa Cerchi, Gianni Rotella), artisti (Manuela Carnini che realizzerà un’opera live, Emilia Calderone e George Lagarde con la sua modella che doneranno un’opera al muro, Rosalba Colosimo che reciterà una poesia), Barbara Pedullà con i suoi studenti della scuola Odero che hanno aderito al contest fotografico in collaborazione con le fondatrici e le volontarie di Wall of Dolls Rita Burrai e Simona Volpe, Sara Piazze di Confesercenti CNA con il progetto Faber Woman, autrici che presenteranno il loro libro (Elena Conforti introdotta dal giornalista Claudio Gambaro, Simona Volpe).

Tutti faranno da background ad un pomeriggio di testimonianze e di mobilitazione della collettività anche e soprattutto attraverso i racconti di vita di Houda Ameur e Rita Repetto.

L’happening si trasferirà poi dalle 20:00 al Palazzo della Meridiana

In collaborazione con Nicoletta Viziano gli ospiti saranno accolti con un cocktail di benvenuto.

Il palazzo ospiterà il Vernissage delle prime dieci foto finaliste del contest fotografico “Rumore del Silenzio 2° edizione”, premiate in serata da Jo Squillo e Francesca Carollo insieme ad un gruppo di giurati fotografi professionisti.

E l’influencer e attrice Francesca Colombo reciterà il monologo “Stop al femminicidio”.

Ma il meraviglioso Palazzo Storico genovese ospiterà anche una sfilata di abiti di Francomina e accessori della gioielleria Fiori, dove la bellezza diventa segno tangibile che uscire dalla violenza di genere si può, così come costruire partendo anche dalla conservazione della bellezza stessa.

L’ex Miss Italia e attrice Nadia Bengala aprirà la passerella.

Torna ospite e prezioso amico di Wall of Dolls lo straordinario comico genovese Enzo Paci che divertirà gli ospiti con suoi celebri personaggi.

A chiudere, nella Sala ricevimento del Palazzo della Meridiana, gli ospiti potranno gustare, sulle note della cantante lirica Emanuela Scirea e accompagnati dal DJ Set di T-Rave e Ekaterina, un delizioso cocktail solidale.

Dress code della serata “Cocktail Chic”

Le arti e la cultura come mezzo per raggiungere gli animi di tutti e soprattutto quelli dei giovani, per informare ed educare le coscienze umane ad una dottrina di non violenza.

La giornata sarà anche l’occasione per presentare la nuova sede ligure di Wall of Dolls, in via Aurora 8r a Boccadasse a Genova

Questa sede rappresenterà un luogo di accoglienza e un salotto culturale dove le donne possono ritrovarsi e sostenersi tra loro.

Ancora una volta le fondatrici e le responsabili regionali, si muovono tra le persone per ricordare quanto sia importante sensibilizzare, in maniera positiva e attraverso ogni mezzo disponibile, verso una cultura di non violenza.

Wall of Dolls Liguria si avvale della preziosa collaborazione e dell’impegno di numerose volontarie:

la Coordinatrice Barbara Bavastro, la vice coordinatrice l’Avvocato Gabriella De Filippis, vice coordinatrice l’Avvocato Cristina Zunino, la psicologa Chiara Urci, la commercialista Monica Pisotti, l’architetto Elisabetta Giaggiolo, Simona Volpe (Rapporti con le scuole), Anna Ion Scotta e Federica Messina (Sportello ascolto), Giorgia Bodini e Simona Galluzzo (Direttivo del gruppo).

Wall of Dolls Liguria è attiva sul territorio con uno sportello di ascolto

Tel. 375 6700767

PER MAGGIORI INFO CONTATTARE WALL OF DOLLS LIGURIA

Dott.ssa Barbara Bavastro, coordinatrice: barbara_bavastro@yahoo.it / 3455402885.

Avv. Gabriella de Filippis, Vicecoordinatrice: avv@gabrielladefilippis.it / 3384144780

Avv. Cristina Zunino: zunino@zuninopicco.com / 3474355072