Home Spettacolo Spettacolo La Spezia

Ad Ameglia lo spettacolo teatrale Chitarre Corsare

0
CONDIVIDI
Ad Ameglia lo spettacolo teatrale Chitarre Corsare

Teatro Pubblico Ligure ad Ameglia. Sipario Mare, i Borghi raccontano.

SIPARIO MARE – I BORGHI RACCONTANO

Sabato 8 agosto 2020, ore 21.30, ingresso libero

Montemarcello, piazza XIII dicembre

CHITARRE CORSARE

PAGANINI – MAZZINI – TARAFFO – DE ANDRE’

Spettacolo teatrale in forma di concerto

Progetto e regia di Sergio Maifredi

Produzione Teatro Pubblico Ligure

Con Fabrizio Giudice (chitarra)

Andrea Nicolini (voce e fisarmonica)

Gianluca Nicolini (flauto traverso)

Le Chitarre corsare suonano la musica di grandi uomini. Non tutti sono noti allo stesso modo, ma tutti sono stati portatori di grandi cambiamenti. Con Chitarre corsare sabato 8 agosto (ore 21,30, ingresso libero nel rispetto delle normative vigenti) a Fiumaretta di Ameglia (piazza XIII dicembre), in provincia della Spezia, prosegue la rassegna “Sipario mare. I borghi raccontano”, organizzata da Teatro Pubblico Ligure con la direzione artistica di Sergio Maifredi, il sostegno del Comune di Ameglia e della Regione Liguria attraverso Teatro Pubblico Ligure, e realizzata nell’ambito della rete STAR – Sistema Teatri Romani Antichi, ideata da Teatro Pubblico Ligure e nata in accordo con la Direzione regionale Musei Liguria, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi.

Chitarre corsare è uno spettacolo in forma di concerto che ruota intorno a quattro personaggi realmente esistiti: Niccolò Paganini (1782-1840), genio del violino, strumento su cui ha riprodotto i virtuosismi che aveva imparato sulla chitarra, che a Genova vanta una lunghissima tradizione; Giuseppe Mazzini (1805-1872), patriota risorgimentale, intellettuale dell’unità d’Italia e dell’europeismo, che per diletto suonava la chitarra ora conservata al Museo Mazziniano di Genova; Pasquale Taraffo (1887-1937), genovese emigrato in Argentina, che della tradizione genovese è un erede tanto eccezionale quanto dimenticato, rapidissimo nell’arpeggio e inventore della chitarra-arpa a quattordici corde; Fabrizio De Andrè (1940-1999), cantautore e poeta che con le sue canzoni ha dato voce agli uomini e alle donne che non sono mai stati ascoltati, davanti a un microfono e con la chitarra a tracolla. A intrecciare le storie di questi quattro genovesi sono Fabrizio Giudice alla chitarra, Andrea Nicolini alla voce e alla fisarmonica, Gianluca Nicolini al flauto traverso, protagonisti dello spettacolo ideato e diretto da Sergio Maifredi per Teatro Pubblico Ligure.

Quattro grandi nomi di artisti nati in Liguria e due punti in comune: la chitarra e le vite avventurose, “corsare” appunto. Lo spettacolo porta in scena un interessante backstage delle esistenze movimentate di artisti che ci raccontano con i loro testi e con le loro chitarre la Liguria e il mondo da loro attraversato.

Ed ecco De André, per i vicoli di Genova, a vivere una movida ante litteram con il suo amico “Paolo”, Paolo Villaggio; ecco il racconto delle valli svizzere e dei canti delle mandriane di Mazzini, che scrive per chitarra dall’esilio, mentre cerca di fare l’Italia; ecco Paganini che si diverte a comporre per chitarra un unico brano, proposto nello spettacolo, mentre si esercita a diventare il più grande violinista di tutti i tempi. E infine Taraffo che naviga sui transatlantici e, sconosciuto in terra natia, diventa famoso oltreoceano, come è successo e succede a tanti liguri ed italiani.

Chitarre corsare ha debuttato nel 2009 negli “Scali a mare” di Pieve Ligure (GE), ha proseguito nei più noti scenari all’aperto della Liguria, in pinacoteche e musei ed è stato proposto a Berlino come spettacolo testimonial per la cultura italiana e ligure.

La rassegna “Sipario mare. I borghi raccontano” si chiude sabato 15 agosto alla Villa Romana di Bocca di Magra con David Riondino protagonista del progetto Capitani coraggiosi dedicato alla grande letteratura di mare, che condurrà il pubblico al cospetto del Corsaro Nero, splendida storia uscita dalla penna di Emilio Salgari.

Per informazioni: tel. 0187 609209, www.viviameglia.it, Facebook Viviameglia, turismo@comune.ameglia.sp.it

Ulteriori informazioni su www.teatropubblicoligure.it

SCHEDA

SABATO 15 AGOSTO – Ore 21.30

Villa romana di Bocca di Magra

DAVID RIONDINO

Capitani Coraggiosi

IL CORSARO NERO

Dal romanzo di Emilio Salgari

Progetto e regia di Sergio Maifredi

Produzione Teatro Pubblico Ligure

Pallido, sempre vestito di nero, il Cavaliere di Roccabruna, Signore di Ventimiglia, divenuto corsaro per vendicare il fratello ucciso a tradimento dal duca Wan Guld, al soldo degli spagnoli, è uno dei personaggi più celebri del romanzo d’avventura italiano. Abbordaggi, battaglie, duelli, ma anche l’amore che colpisce in modo inaspettato. David Riondino e Sergio Maifredi ce lo restituiscono come una ballata, un racconto da ascoltare a voce alta, una saga fantastica.

Ad Ameglia lo spettacolo teatrale Chitarre Corsare