Home Cronaca Cronaca Genova

Via del Campo in mano a nigeriani e senegalesi: 33 arresti per droga

0
CONDIVIDI
Arresto carabinieri (foto di repertorio)

E’ la via di Fabrizio De André. Ormai in mano agli africani.

Da aprile scorso i carabinieri della Compagnia di Ge-Centro sono riusciti ad individuare un gruppo di spacciatori di droga solitamente stabili nella zona di via del Campo e piazza del Campo.

A partire dalla primavera si è infatti iniziata un’azione quotidiana finalizzata a sgominare i pusher africani, per lo più nigeriani.

In ciascun gruppo, gli spacciatori stranieri operavano disgiuntamente tra loro, salvo poi rimanere in aderenza al proprio gruppo etnico di appartenenza.

Gli investigatori della Stazione dell’Arma di Maddalena, supportati dagli uomini della C.I.O. (Btg Toscana e Rgt Lombardia) e delle unità cinofile del nucleo di Villanova d’Albenga, tra le zone di via del campo, piazza del campo, piazza San Marcellino hanno quindi effettuato complessivamente 33 arresti in flagranza di reato per spaccio di droga.

Sono stati sequestrati 580 grammi tra marijuana, crack, hashish e 2.200 euro ritenuti provento delle attività illecite.

L’ultimo arresto è stato effettuato ieri in via del Campo.

Si tratta di un senegalese fermato per la cessione di una dose di cocaina a un italiano.

Attualmente 15 dei pusher arrestati sono destinatari del divieto di dimora nel Centro storico.

Inoltre, i carabinieri hanno denunciato a piede libero altre 17 persone e segnalato alla Prefettura quali assuntori 52 tossicodipendenti.

Nel corso delle attività investigative, agli spacciatori africani è stata spesso contestata l’attività di spaccio in concorso aggravata dall’art. 61 n. 5 C.P. in quanto i pusher, domiciliati in altre zone della città, andavano in via del Campo e piazza del Campo proprio per approfittare delle particolari condizioni dei luoghi (vicoli stretti e difficilmente controllabili) che potevano ostacolare l’intervento delle Forze dell’ordine e favorire la loro fuga.

L’attività di contrasto al fenomeno della droga in Centro città, ha permesso agli investigatori di individuare anche l’aumentata diffusione di eroina.

I carabinieri di Genova San Teodoro hanno infatti arrestato il gestore tunisino di un mini market nel Centro storico, dove sono stati sequestrati 5 grammi di cocaina e circa 200 grammi di eroina.

Complessivamente, l’attività dell’Arma di Genova, nei primi sette mesi del 2019, con un’azione preventiva e di prossimità delle pattuglie Carabinieri al territorio ha prodotto, oltre ad un incremento di arresti in flagranza nel Centro storico (+25%) di attività di contrasto al fenomeno droga (+55%) di reati scoperti (+4.3%), anche una diminuzione dei reati predatori (rapine diminuite del -57% e furti diminuiti del -9,8%).