Home Cronaca Cronaca Genova

Tutela prodotti nostro mare: sequestrate 86 tonnellate di pesce, sanzioni per 194mila euro

0
CONDIVIDI
Controlli Guardia Costiera (foto i repertorio)

Tutela dei prodotti del nostro mare, controlli anche sui prodotti importati dall’estero. Sequestrate oltre 86 tonnellate di pesce in 155 ispezioni ad attività commerciali in tutto il Nord-Ovest d’Italia, Liguria compresa. Effettuate altre 132 ispezioni nei porti d’attracco del Mar Ligure. Comminate 92 sanzioni per un importo di circa 194mila euro. Sette persone denunciate.

Sono alcuni dati dell’operazione “Confine illegale” comunicati oggi dalla Guardia Costiera.

La vasta operazione ha visto impegnati i militari tra Liguria, Lombardia, Piemonte e Val d’Aosta.

A Como la Capitaneria ha scoperto il titolare di un’azienda cinese che alterava le date di scadenza del salmone importato dalla Norvegia modificandone anche il peso e sostituendo etichette false a quelle originali: confiscate circa 7 tonnellate di salmone.

A Imperia un ristoratore è stato multato mentre serviva tonno affumicato scaduto ai clienti, mentre veniva servito ai clienti del locale.

Sempre nel Ponente ligure, presso un frantoio delle colline imperiesi, sono stati sequestrati numerosi vasetti di tonno rosso sott’olio che il titolare etichettava utilizzando una denominazione scientifica di specie appartenente al tonno pinne gialle.

L’attività di coordinamento tra gli uffici della Guardia costiera ha quindi consentito di scoprire lo stesso prodotto anche in un negozio di Sestri Levante dove i militari hanno provveduto a sequestrarlo, redigendo analogo verbale di contestazione al trasgressore.

Multe per migliaia di euro anche a Savona e Genova.

“Anche nei momenti topici delle festività – ha sottolineato l’ammiraglio Nicola Carlone, Comandante regionale della Guardia costiera della Liguria –  i nostri ispettori sono impegnati sul campo, tra la gente, per tutelare sia le risorse ittiche del nostro mare, sia i consumatori e coloro che, pescatori, commercianti ed operatori del settore, onesti e rispettosi delle norme, meritano di essere tutelati nei confronti di chi tenta di eludere i controlli e raggirare il consumatore per raggiungere facili ed indebiti guadagni”.