Home Politica Politica Genova

Spese pazze in Regione Liguria, Corte dei Conti condanna 10 ex consiglieri del Pd

0
CONDIVIDI
Vito Vattuone (Pd)

“Spese Pazze” 2010. Oggi i giudici della Corte dei Conti della Liguria hanno condannato dieci ex consiglieri regionali del Pd a risarcire (complessivamente) quasi 50mila euro.

Tra i condannati a pagare cifre contenute, risulta anche il senatore e segretario regionale del Partito Democratico Vito Vattuone.

Gli altri sono Michele Boffa, Lorenzo Basso, Ubaldo Benvenuti, Franco Bonello, Ezio Chiesa, Luigi Cola, Antonino Miceli, Mirella Mosca, Moreno Veschi.

I fatti contestati riguardano i rendiconti dei primi 5 mesi del 2010.

La procura contabile aveva contestato spese che secondo i magistrati non erano state adeguatamente giustificate oppure erano state considerate non inerenti all’attività politica, come generi alimentari, rimborsi per utenze telefoniche, viaggi, acquisto di cellulari, pernottamenti, ristoranti.

Per i giudici, il rendiconto del 2010 del gruppo regionale del Pd è stato approvato dal capogruppo Michele Boffa e dagli altri consiglieri “senza il necessario controllo”.

La Corte dei Conti ha quindi condannato gli ex consiglieri a risarcire il danno con importi diversi. Il risarcimento maggiore (oltre 12 mila euro) è stato disposto per Franco Bonello.

I condannati potranno fare ricorso.