Home Sport Sport La Spezia

Spezia, Chisoli: vogliamo allestire una squadra competitiva

0
CONDIVIDI
Spezia Calcio

La stagione 17-18 dello Spezia si è chiusa con un decimo posto in classifica e l’obiettivo programmato della salvezza centrato senza patemi dagli uomini di mister Gallo. Il Presidente aquilotto Stefano Chisoli, intervistato dal quotidiano La Nazione, ha parlato del campionato appena concluso e di pianificazione per la prossima stagione sportiva che vedrà il Club bianco alla sua settima partecipazione in Cadetteria, un risultato mai raggiunto prima:

“Si è chiuso il nostro campionato, un campionato in cuisiamo riusciti a confermare le linee guide iniziali; vero è che, dopo i 30 punti dell’andata, abbiamo provato a guardare a qualcosa di più puntando su giocatori di provata esperienza, ma abbiamo comunque centrato con largo anticipo l’obiettivo iniziale.

Ora il primo tassello per dare avvio alla nuova stagione sarà quello della nomina del nuovo Direttore Sportivo; stiamo valutando tra profili di riprovate capacità. Con lui e con il mister, scelta a lui legata, potremo elaborare il piano per costruire una squadra che dovrà affrontare un campionato che si prospetta ancor più difficile di quello appena concluso. Crotone e SPAL sono esempi di come nel calcio possano essere raggiunti traguardi importanti attraverso progetti graduali.

Di certo non c’è alcuna predisposizione da parte del club alla cessione dei nostri giocatori più rappresentativi per motivi di budget o monte ingaggi, ma tutte le scelte saranno riconducibili a valutazioni tecniche. Il gruppo di quest’anno si è dimostrato importante, con valori tecnici e morali, le valutazioni partiranno da questo. Il monte ingaggi che sarà messo a disposizione per i giocatori sarà in linea con quello attuale; il nostro obiettivo è di allestire uno Spezia competitivo.

Saranno fondamentali i giovani; ci sono molti prospetti interessanti, testimonianza dell’egregio lavoro che sta svolgendo il nostro Settore Giovanile. La Proprietà ha da sempre considerato i giovani come un valore e sono stati molti gli investimenti fatti in tal senso; poi ripeto, le valutazioni che verranno fatte saranno di carattere tecnico. Ci tengo infine a ringraziare Alberto Gilardino, un onore vederlo vestire la maglia bianca”.