Home Cronaca Cronaca Genova

Senegalese trovato con 41 capi di abbigliamento contraffatto denunciato dalla polizia locale

0
CONDIVIDI
Ambulanti abusivi e merce illegale (foto di repertorio)

Ieri sera personale del reparto vivibilità e decoro della polizia locale è intervenuto in via delle Vigne, dove un uomo, identificato poi come senegalese cinquantenne regolare in Italia, è stato sorpreso mentre cercava di vendere una borsa con marchio “Prada” contraffatto.

Con sé aveva altri 24 capi ed accessori di abbigliamento, risultati essere tutti con marchi contraffatti di prestigiose marche nazionali e straniere.

Gli agenti del reparto hanno poi proceduto alla perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo nel centro storico, dove hanno trovato e posto in sequestro altri 17 pezzi.

Le marche contraffatte riportate sui vari capi di abbigliamento e accessori trovati sono: Prada, Colmar, Saucony, Louis Vuitton, Guess, Michael Kors, North Sails, K Way e Ralph Lauren.

L’uomo è stato quindi denunciato per ricettazione e vendita di prodotti con marchi mendaci (artt. 474 e 648 C.P.).

Il reparto, costituito con lo specifico compito di contrastare tutti i fenomeni di illegalità e contrari alla civile convivenza, è naturalmente in prima linea nel contrasto all’abusivismo commerciale.

In quest’anno, dal primo di gennaio al 25 maggio scorso sono stati conclusi dal reparto vivibilità e decoro  i seguenti interventi nel campo delle violazioni alle normative sul commercio:

Vendita di merce contraffatta:

sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione e contraffazione dei marchi (art. 474 e 648 C.P.) 11 persone e contemporaneamente sequestrati 233 pezzi di abbigliamento ed accessori riproduzioni delle più prestigiose marche.

Vendita non autorizzata di merce varie:

sono state verbalizzate ai sensi della legge regione Liguria 1/2007 (articoli 34 e 143) 156 persone  e sono stati effettuati sequestri per un totale di 8585 pezzi.

Vendita non autorizzata di generi alimentari:

sono state verbalizzate ai sensi della legge regione Liguria (articoli 34 e 143) 79 persone a cui sono stati effettuati sequestri per un totale di 930 cassette di frutta e verdura.