Home Politica Politica Genova

Sampierdarena non è più in mano alla sinistra, M5S e Lega fanno la storia

0
CONDIVIDI
Renato falcidia (Lega) e Michele Colnaghi (M5S): Contratto per Centro Ovest firmato

“Abbiamo incontrato il candidato del centrodestra al Municipio Centro Ovest, Renato Falcidia (Lega), per sottoporgli un documento da firmare per impegnarsi a rispettare nella futura agenda politica, come presidente, sei punti programmatici che come MoVimento 5 Stelle abbiamo individuato insieme a cittadini, associazioni di categoria e commercianti e che riteniamo fondamentali per migliorare la vivibilità di San Pier D’Arena e San Teodoro”.

Lo ha dichiarato stamane il capogruppo municipale del M5S Michele Colnaghi, ex candidato presidente dei pentastellati per il Centro Ovest, dopo che i sei punti erano stati accolti dalla maggioranza di centrodestra che aveva vinto le elezioni di domenica 4 marzo pur non riuscendo a raggiungere il 40% necessario per eleggere il nuovo presidente e la giunta del governo municipale.

Oggi pomeriggio (il termine scadeva sabato 19) è stata quindi convocata la riunione del Consiglio municipale per evitare il commissariamento, come richiesto dai consiglieri eletti del centrodestra (Lega, Forza Italia, Lista Bucci) e dai consiglieri eletti del M5S: all’ordine del giorno la votazione del nuovo presidente che sarà l’ex commissario Renato Falcidia (fedelissimo di Rixi e Salvini).

Si tratta di una svolta storica per l’amministrazione di Sampierdarena e S. Teodoro, che dopo decenni non sarà più in mano alla sinistra, ma governata dal centrodestra.

“Falcidia ha firmato il documento – ha aggiunto Colnaghi – pertanto come gruppo consiliare, pur rimanendo all’opposizione e senza accettare alcuna carica nella maggioranza, non ci opporremo alla nomina di Renato Falcidia come Presidente del Municipio Centro Ovest.

Riteniamo l’impegno preso da Renato Falcidia e dalla sua coalizione, davanti a noi e alla cittadinanza tutta, altamente vincolante. Ci aspettiamo che l’impegno sia ratificato ufficialmente non appena gli organi istituzionali saranno operativi.

Ovviamente questo sarà solo un punto di partenza: nel nostro mandato perseguiremo tutti i punti del nostro programma e che abbiamo proposto alla cittadinanza in campagna elettorale, non abbasseremo la guardia e la nostra opposizione sarà costruttiva, ma assolutamente ferma.

Ogni azione che intraprenderemo sarà atta a migliorare la vita della cittadinanza tutta. Abbiamo ritenuto di intraprendere questo percorso per senso di responsabilità, ma non esiteremo a chiedere le dimissioni della giunta se questi impegni non saranno trasformati in atti ufficiali e azioni concrete”.