Home Consumatori Consumatori Genova

Recco, aree private: tagliare alberi malconci e flora incolta

0
CONDIVIDI
Manutenzione del verde a tutela della pubblica incolumità

Recco, ordinanza del sindaco Gandolfo che regola la manutenzione del verde a tutela della pubblica incolumità.

Tagliare gli alberi pericolanti e la vegetazione incolta nelle aree private. E’ quanto indica il sindaco Carlo Gandolfo attraverso l’ordinanza che impone ai proprietari di giardini e terreni confinanti con strade comunali. In particolare “marciapiedi, parcheggi pubblici o di uso pubblico esistenti in tutto il territorio pubblico”  potare gli elementi pericolanti e abbattere gli alberi che impediscono l’ordinaria circolazione stradale.
Alberi che creano rischi per la pubblica incolumità. Il documento riporta anche l’obbligo di eseguire tutte le manutenzione dei terreni attraverso potatura regolare di siepe e piante radicanti sui fondi che invadono i confini della proprietà stradale o che provocano restringimenti della carreggiata. Tali siepi e piante limitano la visibilità e la leggibilità della segnaletica orizzontale e verticale.
I proprietari dovranno provvedere all’attività di manutenzione entro 60 giorni dalla firma dell’ordinanza. Il documento porta la data del 17 giugno. La nuova ordinanza    ORD 156 del 17-06-2021
In caso di inadempienza sono previste sanzioni amministrative da 173 a 694 euro.
«Si tratta di un’operazione di pulizia importante per rendere la nostra città più sicura e più pulita.   ̶   Commenta il sindaco Carlo Gandolfo    ̶    I cittadini facendo la loro parte contribuiranno a rendere migliore la vita di tutta la comunità.» ABov