Home Consumatori Consumatori Genova

Progetti di recupero e valorizzazione delle colline genovesi

0
CONDIVIDI
Progetti di recupero e valorizzazione delle colline genovesi

Tutti i progetti per il recupero, la riqualificazione e la promozione delle colline genovesi.

Mercoledì 29 gennaio a palazzo Tursi un convegno per fare il punto sul lavoro svolto dall’Osservatorio Vallate Genovesi

Un percorso che colleghi il sistema dei Forti alla linea ferroviaria Genova-Casella e al futuro Parco Geirato; il recupero e il potenziamento della rete dei sentieri grazie a cartellonistica con info su percorsi, strutture ricettive, dati geografici e geologici, e l’allestimento di aree di sosta, punti noleggio mountain bike, percorsi di equitazione.

Sono solo alcuni dei progetti che verranno presentati mercoledì 29 gennaio nel Salone di Rappresentanza di palazzo Tursi nel corso di una densa giornata che servirà a fare il punto sul prezioso lavoro svolto dall’Osservatorio Vallate Genovesi.

Il programma prenderà il via alle ore 9 con i saluti del sindaco Marco Bucci e del presidente del Consiglio comunale Alessio Piana per poi proseguire nell’arco della mattinata con gli interventi – tra gli altri – degli assessori Paola Bordilli, titolare della delega alle Vallate, e Pietro Piciocchi, assessore alle manutenzioni e lavori pubblici.

Al centro della giornata ci saranno le proposte per il recupero e la riqualificazione del territorio collinare, con un occhio ai progetti in grado di favorire le attività turistiche, l’artigianato locale e l’utilizzo del patrimonio ambientale da parte dei cittadini genovesi.

Il territorio vallivo genovese si estende per complessivi 231 chilometri quadrati, il 65 per cento dei quali ricoperti di boschi (la Liguria, lo ricordiamo, è la regione col maggior indice di boscosità: 73 per cento contro il 36 della media nazionale). Una risorsa di cui i progetti presentati tengono conto, insieme a una rete di rivi molto articolata che, tra corsi principali e sottobacini, si sviluppa per un totale di 190 chilometri.

Durante la giornata saranno inoltre presentate le Convenzioni stipulate recentemente tra il Comune di Genova e il Dipartimento di Architettura e Design e con il Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale dell’Università di Genova che hanno l’obiettivo di attivare collaborazioni per incrementare da una parte lo studio Osservatorio Vallate dall’altra la nascita di ulteriori proposte di recupero.

Importante anche la Convenzione con il Cnr di Torino grazie alla quale verranno approntate norme operative per gestire in sicurezza gli scavi in rocce amiantifere.

Mission del Settore Geotecnica e Idrogeologia, Espropri e Vallate del Comune di Genova – che organizza la giornata – è progettare e realizzare interventi di stabilizzazione e messa in sicurezza di aree con problematiche idrogeologiche in un’ottica di recupero del territorio.

Per affrontare tale tematica da alcuni anni vengono svolti accurati studi sui vari bacini rilevando le criticità geomorfologiche, idrogeologiche, vegetazionali nonché le aree interessate da degrado: tale studio, denominato – appunto – Osservatorio Vallate comprende, oltre alla relazione generale, anche schede che individuano gli interventi necessari per sanare le situazioni critiche e riqualificare la valle, classificando il grado di rischio e indicando i relativi costi per la sistemazione.

Programma della Giornata

ore    9,00      Saluti del Sindaco Marco Bucci

ore    9,25      Saluti del Presidente del Consiglio Comunale

Alessio Piana

ore    9,40      Il ruolo del Settore SGI nei Lavori Pubblici

Assessore ai Lavori Pubblici Pietro Piciocchi

ore 9,55         Il ruolo del Settore SGI  nel recupero e valorizzazione delle vallate genovesi

Assessore alla tutela e promozione delle Vallate Paola Bordilli

ore 10,15       La politica di intervento per il recupero del territorio collinare

Geol. Giorgio Grassano, Responsabile Settore Geotecnica e Idrogeologia, Espropri e Vallate del Comune di Genova

ore 10,35       Presentazione dell’Osservatorio Vallate Val Bisagno: presentazione e proiezione video

Geol. Giorgio Grassano

ore 11,10                   L’utilità della prevenzione: censimento, recupero e valorizzazione,
Prof. Gerardo Brancucci, Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova (Convenzione con il Comune di Genova)

ore 11,30       Valorizzare il paesaggio per contrastare l’abbandono

Prof.ssa Adriana Ghersi, Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova (Convenzione con il Comune di Genova)

ore 11,50       Presentazione dell’Osservatorio Vallate Val Cerusa: presentazione e proiezione video

Geol. Antonietta Franzè

ore 12,15       Presentazione dell’Osservatorio Vallate in corso: la Val Polcevera

Geol. Giorgio Grassano e geol. Sara Bini

ore 12,45       Pausa pranzo

Ripresa lavori

ore 14,00       Presentazione dell’Osservatorio Val Branega (Prà)

Geol. Sara Bini, SGI

Arch. Giulia Sasso

Proiezione video

ore 15,00       Firma Convenzione Comune di Genova – DICCA – Dipartimento Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale dell’Università di Genova
Firma Convenzione Comune di Genova –CNR Torino

Assessori Pietro Piciocchi e Paola Bordilli

ore 15,30       Tematiche da sviluppare mediante la convenzione Comune di Genova – DICCA – Dipartimento Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale dell’Università di Genova

Prof.ssa Anna Palla

Prof. Riccardo Berardi

ore 15.40       Pericolosità da amianto naturale: studi, norme e applicazioni nella gestione dei cantieri
Convenzione tra Comune di Genova e CNR – Istituto di Geoscienze e Georisorse, Torine- Università di Torino, Centro  “G. Scansetti”

Dott. Geol. Fabrizio Piana

Dott. Francesco Tursi

ore 16,30       Club Alpino Italiano GR Liguria: progetto “Adotta un sentiero”
Presidente  Gianni Carravieri

ore 17,00       Conclusione dei lavori.