Home Cultura Cultura Genova

Premio donna scrittrice 2018: vince Rosella Postorino con romanzo Le assaggiatrici

0
CONDIVIDI
Le finaliste 2018 del Premio letterario donna scrittrice di Rapallo

Rosella Postorino ​con il romanzo “Le assaggiatrici” (Feltrinelli, 2018) ieri sera ha vinto la 34^ edizione del Premio letterario nazionale per la donna scrittrice “Rapallo 2018”.

La scrittrice calabrese, romana d’adozione, che a Rapallo aveva già ottenuto il premio opera prima nel 2007 ed era stata finalista nel 2014, si è imposta sulle altre due autrici della “terna”: Margherita Oggero con “Non fa niente” (Einaudi, 2017) e Maria Attanasio​, con “La ragazza di Marsiglia (Sellerio, 2018).

Nella votazione congiunta delle due giurie, tecnica e popolare, Rosella Postorino ha ottenuto 19 voti; 15 voti sono andati a Margherita Oggero; 11 a Maria Attanasio. “Non fa niente” è un romanzo di presenze e amicizie femminili, ma soprattutto, per due delle cinque madri che compaiono nella vicenda, di una particolare, comune maternità, che la Oggero racconta con alternarsi di flashback e affettuosa leggerezza di scrittura, lungo settant’anni di storia del Novecento, dagli anni venti al 1990.

La “terna” era stata scelta, tra le 106 opere in concorso (record assoluto nelle 34 edizioni), dalla giuria tecnica presieduta da Elvio Guagnini​ e composta da Maria Pia Ammirati, Mario Baudino, Francesco De Nicola, Chiara Gamberale, Luigi Mascheroni, Ermanno Paccagnini, Mirella Serri e Pier Antonio Zannon​i, coordinatore del Premio Il premio opera prima è andato a Sabrina Nobile​, per il romanzo “Per metà fuoco, per metà abbandono” (SEM, 2018), pagine delicate e dolorose su un abbandono e sulla riconquista della propria vita.

Il premio speciale della giuria, intitolato ad Anna Maria Ortese, è stato attribuito a Ilaria Scarioni per il suo romanzo d’esordio “Quello che mi manca per essere intera” (Mondadori, 2017), dedicato al difficile cammino compiuto dalla giovane protagonista, affetta da una grave malattia genetica che l’ha obbligata nell’infanzia a numerosi interventi chirurgici all’ospedale Gaslini di Genova, per riuscire a dare un senso al suo corpo incompiuto.

La cerimonia di premiazione si è svolta nel parco di Villa Tigullio. Ha fatto gli onori di casa il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, ​che ha consegnato il primo premio. Gli atri premi sono stati consegnati dal vicesindaco Pier Giorgio Brigati​, dagli assessori Alessandra Ferrara e Arduino Maini e dal presidente del Consiglio Comunale Mentore Campodonico​.

Ha presentato la serata il giornalista Franco Di Mare​, conduttore di “Uno Mattina” su Raiuno. Madrina della serata l’attrice Anita Caprioli​, che ha letto alcuni brani dei libri finalisti. È intervenuto anche l’attore Daniele Pecci con letture di brani dei libri insigniti dei premi collaterali. Infine, una pausa musicale è stata offerta dalla cantautrice rapallese Giua, ​rivelatasi al festival di Sanremo.