Home Politica Politica Savona

Post contro Boldrini, stangata al sindaco: cittadini pronti a fare colletta per Camiciottoli

0
CONDIVIDI
Stupri Rimini 2017: il post del sindaco Camiciottoli (Lega)

“Non sono assolutamente pentito. Invece, mi ha commosso che dopo la sentenza i miei concittadini mi abbiano riferito di essere pronti a fare una colletta per pagare la multa che il giudice mi ha inflitto”.

Lo ha dichiarato oggi il sindaco del piccolo Comune di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli, che per un post su Fb era stato accusato dall’ex vicepresidente della Camera Laura Boldrini e ieri è stato condannato in primo grado da un giudice di Savona.

Una “stangata” che rischia di essere da oltre 45mila euro.

Post contro Boldrini, stangata a sindaco Camiciottoli: solidarietà da Rixi, Piana e Senarega

Legale Camiciottoli: posizioni Boldrini su immigrazione non devono avere tutela alcuna

Sindaco Camiciottoli accusato da Boldrini: condannato a 40mila euro di multa e danni

Alla domanda se continuerà a fare il sindaco, Matteo Camiciottoli ha dichiarato: “Certo che sì. La vicinanza mostrata dai miei concittadini mi ha commosso, vogliono pagare loro la multa”.

“Quella frase – ha aggiunto – la riscriverei anche oggi perché non c’era senz’altro nessun incitamento alla violenza nei confronti di Laura Boldrini. Sono convinto che in appello vincerò. Si è trattato di una critica politica, sia pure aspra. Non chino la testa e non chiedo scusa”.

Ieri il sindaco Camiciottoli ha ricevuto solidarietà non solo dai concittadini del piccolo Comune dell’entroterra savonese, ma anche dai rappresentanti della Lega Liguria.

Sindaco di Pontinvrea Matteo Camiciottoli (in primo piano)