Home Sport Sport Italia

Pallanuoto, A1M: rinviato il big match Brescia-Recco

0
CONDIVIDI

Prosegue il campionato di A1 con la decima giornata. Spettacolo, emozioni e colpi di scena nel derby siciliano tra Telimar Palermo e Ortigia Siracusa. Vince la squadra di Baldinetti 11-9. L’Ortigia, sotto 8-5 in avvio di terza frazione, riequilibra il punteggio con i gol in sequenza di Gallo, Condemi e Cassia (8-8). In apertura di quarto tempo il botta e risposta tra Irving e Ferrero porta il punteggio sul 9-9; successivamente l’accelerazione da tre punti della Telimar con gli squilli di Vlahovic e Marziali che fissano il finale 11-9.
Terzo stop consecutivo per l’Anzio Waterpolis che dopo il successo del 20 novembre a Catania, che lo aveva proiettato in classifica (11 punti), ha perso in casa col Brescia, a Milano con la Metanopoli e di nuovo in casa con Salerno. La Rari Nantes si impone 13-9 e compie il sorpasso. L’Anzio parte bene, in vantaggio 3-2 trascinato da Giorgetti dopo 4 minuti e mezzo; i campani si scuotono e piazzano il break di 5-0 che vale il 7-3 di metà secondo tempo. I laziali si riaffacciano in zona gol con Mironov ma nel terzo periodo il nuovo break (3-0) indirizza la partita nei binari preferiti agli ospiti. Quattro gol per Luongo, miglior realizzatore. Non basta la tripletta del capitano Giorgetti alla squadra di Tofani, che paga la pessima media realizzativa con l’uomo in più (2/15).
La Pallanuoto Trieste prosegue la marcia verso l’alta classifica. Il team di Bettini non è più una sorpresa. Batte l’ADR Catania 11-9 con una prova da grande squadra. Va sotto 4-9 dopo metà gara; la riprende e la ribalta nella seconda metà. E’ quarta con 23 punti dopo 10 giornate e rispedisce alla sue spalle il Savona (18-6 al Metanopoli). Catania parte a razzo e dopo 11 minuti è avanti 7-1. Trieste è sorpresa e rischia il tracollo; Ynaba in chiusura di secondo tempo firma il 4-9. Per la squadra di Dato, che nel quarto tempo perderà Eskert e Privitera per limite di falli, non sembra una insidia, invece quel gol riaccende i ragazzi di Bettini che si ritrovano e tra il terzo e quarto tempo realizzano 7 gol. Mezzarobba pareggia 9-9 a 4 minuti dalla fine. Poi Buljubasic segna il gol del sorpasso 40 secondi dopo e Petronio su rigore realizza il gol della sicurezza nei secondi conclusivi.
Punti pesanti in chiave salvezza li conquista la Iren Genova Quinto che supera 8-5 il Circolo Nautico Posillipo. I rossoverdi tengono fino al 4-4 di Di Martire. I biancorossi scappano subito dopo con il break firmato da Figari, Nora e Panerai che firmano il 7-4 che indirizza il match verso i liguri.
Otto giocatori di movimento a segno, con quaterna di Fondelli e tripletta di Campopiano, per la Rari Nantes Savona che batte agevolmente 18-6 la Waterpolo Milano Metanopoli ed è quinta con 21 punti, a due lunghezze da Trieste.

Riniviato in maniera precauzionale a data da destinarsi il match stellare tra i campioni d’Italia dell’AN Brescia e i campioni d’Europa della Pro Recco. In occasione dei tamponi molecolari effettuati alla vigilia della partita è stato riscontrato un caso di positività da Covid-19 nella squadra del Brescia.
Nell’anticipo. Prima vittoria in campionato per la Roma Nuoto che nel derby supera 12-11 la Lazio Nuoto. I biancocelesti restano in scia fino al 10-9 di Paskovic a quattro minuti dalla fine; poi lo strappo decisivo dei giallorossi che allungano sul +3 (12-9) con le reti di Francesco Faraglia e Boezi. La Lazio reagisce ma la rimonta si ferma sul 12-11 finale di Augusti a quaranta secondi dalla fine.

10^ giornata – 3 e 4 dicembre

Venerdì 3 dicembre

Roma Nuoto-Lazio Nuoto 12-11

Sabato 4 dicembre

Telimar-CC Ortigia 11-9

Anzio Waterpolis-RN Salerno 9-13

Pallanuoto Trieste-ADR Nuoto Catania 11-9

Iren Genova Quinto-CN Posillipo 8-5

AN Brescia-Pro Recco – Rinviata a data da destinarsi

RN Savona-WP Milano Metanopoli 18-6