Home Sport Sport Genova

Pallanuoto, A1M: la finale scudetto sarà Recco-Brescia

0
CONDIVIDI
Chiavari Nuoto

Semifinali playoff atto terzo. Al centro sportivo Mompiano i campioni d’Italia giocano da campioni e superano 13-6 la Pallanuoto Trieste e raggiungono in finale i campioni d’Europa della Pro Recco.

Sarà la decima finale scudetto tra AN Brescia e Pro Recco. Gara1 sabato 21 maggio alle 18.00 a Punta Sant’Anna e in diretta su Rai Sport +HD. La Pallanuoto Trieste affronterà la Rari Nantes Savona nella finale per il terzo posto che vale l’ultimo biglietto per la Champions League.

La squadra di Bovo fa subito la voce grossa. Agile, veloce nella circolazione della palla, alta sulle gambe. Nel primo tempo Brescia annichilisce Trieste e piazza un 5-0 che pesa molto di più del 7-0 iniziale di gara due. Dopo 22 secondi la squadra di Bovo è già avanti con Bicari, poi Alesiani carica il destro, Vapensky con la rotazione spiazza tutti, Presciutti fa un gol capolavoro piazzando la palla sotto la traversa e Renzuto realizza in superiorità numerica (la prima delle tre a favore dei bresciani). Dall’altra parte il montenegrino Tesanovic para con sicurezza, Buljubasic colpisce la traversa e Inaba trova la deviazione del portiere. Gli “squali di Trieste” non ci pensano proprio a mollare. La partita è ancora lunga e le rimonte le hanno già fatte. Alternano pressing a marcatura a uomo, trovano il primo gol dopo 10’42” con Mladossich, 20 anni da poco compiuti e realizzano il secondo con Inaba. La doppietta di Bicari mantiene le calottine bianche a +5.
Al cambio campo Brescia riesce ad essere ancora più incisiva. Altri tre gol di fila per il massimo vantaggio (10-2) con Vapensky, Luongo (controfuga) e l’incontenibile Bicari. I giuliani azzardano la remuntada ma si fermano ai gol di Inaba e Razzi (primo in superiorità realizzato dopo il settimo tentativo). Ancora Bicari con la cinquina personale (11-4). Scintille negli ultimi otto minuti. Partita saldamente nelle mani del Brescia ma i giuliani non ci stanno e cercano un passivo meno severo. Troppo nervosi Buljabasic e Bego che si fanno espellere da Severo. Di Somma colpisce un brutto colpo ed è costretto a chiedere il cambio. Intanto si gioca; Gitto alza le braccia al cielo dopo il suo gol che arriva a 4’42” dalla sirena (12-5) e Bicari realizza il sesto personale, in doppia superiorità, a 90 secondi dalla fine. Festa grande per gli 850 in tribuna. Appalusi, meritati anche per gli ospiti.

Alla “Paolo Caldarella” di Siracusa l’Ortigia supera 6-5 la Iren Genova Quinto grazie al terzo gol personale di Ferrero a 17 secondi dalla fine e si aggiudica gara3 della semifinale per il quinto posto; da sabato 21 maggio sarà derby con la Telimar Palermo per il terzo posto. In vasca pochi gol ma tante emozioni; Francesco Condemi sbaglia subito il rigore del possibile vantaggio (para Pellegrini), poi Quinto piazza un break di 3-0 in tre minuti e mezzo. Al dodicesimo di gioco arriva il primo gol dell’Ortigia con Rossi che da il via al contro-break (5-0) che conduce alla fine del terzo tempo. Nel frattempo Pellegrini para un altro rigore, questa volta proprio a Rossi. Non sbaglia, invece, Ferrero dai cinque metri (2 su 2) che spinge i compagni al doppio vantaggio a tre quarti di gara. Poco dopo la metà del quarto tempo, in 50 secondi, Genova riprende la partita con i gol Guidi e Nora. All’ultimo attacco e ultimo uomo in più Ferrero fa saltare in piedi la panchina di Siracusa. La Iren Genova Quinto se la vedrà con la Rari Nantes Salerno nella finale per il settimo posto.

Semifinali playoff 1/4 posto

Gara3 – mercoledì 18 maggio
AN Brescia-Pallanuoto Trieste 13-6

Gara2 – sabato 14 maggio
Pallanuoto Trieste-AN Brescia 13-14 dtr (9-9)
RN Savona-Pro Recco 7-9

Gara1 – venerdì 6 maggio
Recco (Punta S. Anna) Pro Recco-RN Savona 14-6
Brescia (Mompiano) AN Brescia-Pallanuoto Trieste 10-11

Finali il 21, 25 ed eventualmente 28 maggio al meglio delle 2 partite su 3

Semifinali playoff 5/8 posto – 6, 14 ed eventualmente 18 maggio al meglio delle 2 partite su 3

Gara3 – mercoledì 18 maggio
CC Ortigia-Iren Genova Quinto 6-5

Gara2 – sabato 14 maggio
Salerno (Vitale) RN Nuoto Salerno-Telimar 8-13
Genova (Albaro) Iren Genova Quinto-CC Ortigia 7-13

Gara1 – venerdì 6 maggio
CC Ortigia-Iren Genova Quinto 5-6
Telimar-RN Nuoto Salerno 9-4

Finali il 21, 25 ed eventualmente 28 maggio al meglio delle 2 partite su 3

Finale playout

Gara2 – sabato 14 maggio
Roma Nuoto-Waterpolo Milano 12-11 dtr (8-8)

Gara1 – sabato 7 maggio
WP Milano Metanopoli-Roma Nuoto 6-7

WP Milano Metanopoli retrocede in serie A2

Le classifiche dei round scudetto e retrocessione

Round scudetto
1. Pro Recco 57
2. AN Brescia 44
3. Pallanuoto Trieste 38
4. RN Savona 37
5. CC Ortigia 36
6. Telimar 32
7. RN Nuoto Salerno 18

Il regolamento prevede che le prime quattro partecipano ai playoff scudetto, dalla quinta alla settima con la prima del girone retrocessione, il Quinto, disputano i playoff per l’assegnazione delle altre posizioni.

Round retrocessione
1. SC Quinto 29
2. CN Posillipo 22
3. Nuoto Catania 20
4. Anzio Waterpolis 19
5. Waterpolo Milano Metanopoli 18
6. Roma Nuoto 10
7. SS Lazio Nuoto 8