Home Cultura Cultura Genova

La Superba si stringe attorno alle donne

0
CONDIVIDI
La Superba si stringe attorno alle donne
Da sinistra: Barbara Bavastro, Jo Squillo, Valentina Pitzalis, Pinky, Francesca Carollo.

La Superba si stringe attorno alle donne. Grande affluenza per l’Happening Wall of Dolls di ieri pomeriggio in Piazza De Ferrari.

La Superba si stringe attorno alle donne per dire NO alla violenza.

Si è svolto ieri, sabato 20 novembre, il grande evento annuale contro la violenza sulle donne organizzato da Barbara Bavastro per Wall of Dolls Liguria Onlus insieme a Carmelo Gagliano per l’Ordine degli Infermieri di Genova.

“Silence Is Violence”, così si chiama la campagna di sensibilizzazione di quest’anno, ha riunito la popolazione nella piazza principale della città per muovere le coscienze, fare rete e continuare a dire NO alla violenza sulle donne.

Il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, afferma:

“E’ importante, oggi più che mai, che le istituzioni apportino il loro contributo per sensibilizzare le nuove generazioni ad una cultura del rispetto.

Come Regione stiamo lavorando per far conoscere alle donne tutte le possibilità che associazioni, consultori e centri antiviolenza offrono per supportarle nei momenti di difficoltà e per uscire dal tunnel della violenza.

La lotta a qualsiasi forma di discriminazione e violenza, il contrasto degli stereotipi di genere, la promozione di rispetto e parità possono e devono passare soprattutto dalle istituzioni.

Il cambiamento di cui abbiamo bisogno è un cambiamento culturale.”

L’assessore alle pari opportunità Simona Ferro, afferma:

“Questo messaggio verrà veicolato anche e soprattutto ai più giovani.

Noi crediamo che la formazione dei più giovani sia fondamentale per iniziare a far capire quanto sia giusto e doveroso il rispetto nei confronti di qualsiasi donna”.

Barbara Bavastro, Coordinatrice di Wall of Dolls Liguria, dichiara:

“Anche quest’anno ci ritroviamo sotto il Wall of Dolls per utilizzare strumenti universali, come arte, musica e spettacolo, per raggiungere e sensibilizzare una platea più ampia possibile.

Alla chiamata hanno aderito personaggi dello spettacolo, artisti, e studenti.

Ciascuno, con il proprio strumento di dialogo (dalla musica, alla danza, alla comicità), ha dato il suo contributo rafforzando il messaggio con lo scopo di raggiungere più persone possibili. Enzo Paci, Francesca Colombo, Whiteshark, Sara Lupi e molti altri.

La lotta alla violenza, qualsiasi essa sia, va combattuta ogni giorno e questi eventi aiutano a dare risonanza ad attività che vanno perseguite tutto l’anno.

In loco, infatti, sono stati allestiti diversi Stand e le volontarie di Wall of Dolls Liguria hanno accolto la popolazione per informare ed avvicinare.

Sul palco (oltre ai politici, le associazioni e gli artisti) un gruppo di donne sopravvissute, presenti per dare un’importante e personale testimonianza di quanto la violenza possa infierire fisicamente e psicologicamente.

Ma anche di quanto sia fondamentale chiedere aiuto senza sentirsi sbagliate.

Solo avvicinando queste vittime-eroine si può percepire, in una sorta di empatia e con forte immaginazione, il loro stato di dolore-rinascita, vissuta col coraggio di chi porta addosso con dignità un pesante passato. Pinky, Valentina Pitzalis, Houda Ameur.

Tra il consenso di tutta la piazza sono intervenute le madrine fondatrici di Wall of Dolls: Jo Squillo e Francesca Carollo, insieme alla testimonial di Wall of Dolls Onlus Pinky e Michelle Masullo per Wall of Dolls Milano.

La Superba si stringe attorno alle donne
Da sinistra: Pinky,Jo Squillo, Valentina Pitzalis, Presidente Regione Liguria Giovanni Toti, Francesca Carollo.

Proprio ieri, in piazza de Ferrari, è stata anche presentata un’iniziativa promossa da Regione Liguria: un bus Amt per sensibilizzare i viaggiatori e i genovesi contro la violenza sulle donne.

Gli autobus sono brandizzati con un bollino di colore rosso sui sedili e con lo slogan sulle fiancate “Qui non c’è posto per la violenza”.

Genova ha dato il via ad una serie di appuntamenti e manifestazioni che riempiranno in questi giorni le città italiane dove Wall of Dolls è presente sul territorio:

– 21 novembre, Portogruaro. Inaugurazione dell’installazione Wall of Dolls in piazza Marconi 10.

– 21 novembre, Trieste. Ore 16 in via dei Navali 9.

– 22 novembre, Venezia. Ore 15, Musei Civici.

– 23 novembre, Roma. Ore 15 in via degli Acquasparta.

– 24 novembre, Brescia. Ore 17 in Piazza Garibaldi.

Per maggiori informazioni su Wall of Dolls Liguria

– Dott.ssa Barbara Bavastro, Coordinatrice Wall of Dolls Liguria. E-mail barbara_bavastro@yahoo.it / Tel. 345 5402885.

– Avv. Gabriella de Filippis, Vice coordinatrice Wall of Dolls Liguria. E-mail avv@gabrielladefilippis.it / Tel. 338 4144780

Sito web: http://wallofdolls.it/