Home Sport Sport Genova

I giornalisti dell’ USSI si sono aggiornati con Onofri e Nicolini

Claudio Onofri ed Enrico Nicolini professori al Corso di aggiornamento dell' USSI ligure. I due grandi protagonisti rossoblucerchiati hanno aiutato i giornalisti a riflettere ed analizzare la sfida di questa sera sotto tutti i profili ed in particolare dal punto di vista psicologico, tattico ed ambientale. C'è stato anche un toccante ricordo di Gian Luigi Corti ed è stato premiato giornalista dell' anno Riccardo Re.

0
CONDIVIDI
Un momento del corso (Foto Daros)

GENOVA – Festa degli auguri per i quasi cento giornalisti dell’ USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) della Liguria che si sono riuniti questa mattina nei locali della storica sede del Circolo Bocciofilo al Lido di Genova.

Il Gruppo Ligure Giornalisti Sportivi si è ritrovato oltre che per il tradizionale brindisi di Natale (una bella tradizione ideata quasi trent’anni or sono da Gian Luigi Corti, recentemente scomparso ed allora presidente dell’ Ussi ligure), per partecipare al corso di aggiornamento dal titolo: “Il Derby della Lanterna: tecnica, tattica e numeri della sfida che dura un anno”e per premiare il collega vincitore del premio giornalista Ussi dell’anno. Nel giorno del Derby il Seminario formativo legato all’ evento ha avuto due validi protagonisti della stracittadina sia come ex giocatori, sia come tecnici e commentatori televisivi: Claudio Onofri ed Enrico Nicolini.

I due grandi protagonisti rossoblucerchiati hanno raccontato, alla vigilia del Derby, con simpatia aneddoti e ricordi legati ai loro trascorsi a Marassi, ed hanno anche aiutato i gironalisti dell’ USSI a riflettere ed analizzare la sfida di questa sera sotto tutti i profili ed in particolare dal punto di vista psicologico, tattico ed ambientale.

E’ seguito il ricordo di Gian Luigi Corti, lo storico dirigente dei giornalisti sportivi liguri (per oltre 20 anni anche vicepresidente e consigliere nazionale) a poco più di 3 mesi dalla scomparsa. A tracciarne i tratti essenziali il figlio Michele (da 8 anni presidente del Gruppo ligure), Giovanna Rosi e Mario Tagliavacche (vicepresidenti attuali), Enrico Valente, (consigliere Ussi e presidente dei Giornalisti Pensionati in Liguria), Filippo Paganini (presidente dell’Ordine dei Giornalisti in Liguria) e gli storici colleghi Emanuele Dotto e Tarcisio Mazzeo.

Quindi la premiazione di Riccardo Re a cui i cento colleghi giornalisti hanno attribuito l’annuale premio dell’ USSI. L’ applauso finale riservato a Re, affermato giornalista di Sky Sport, prima del brindisi finale.

“Sono davvero onorato – ha detto Re- di ricevere questo riconoscimento che nel tempo è andato a importanti colleghi che hanno portato in alto il nome di Genova e della Liguria in campo nazionale e internazionale. Spero di proseguire sulle loro orme e sono davvero felice di ricevere questo riconoscimento in una edizione così speciale, legata al ricordo di Gian Luigi Corti”.

Al tradizionale scambio degli auguri erano presenti, oltre al padrone di casa della Bocciofila Lido Albaro Corrado Pecchia, il Presidente del Panathlon Distretto Italia, Giorgio Costa, e quello del Panathlon Genova 1952, Giorgio Guerello. Alla fine sono stati ricordati anche altri due giornalisti recentemente scomparsi, Guido Martinelli e Claudio Bollo. Infine il Consiglio Direttivo del Gruppo Ligure Giornalisti Sportivi ha ringraziato l’Ussi con Odg e Fnsi per l’istituzione del Premio nazionale intitolato a Gian Luigi Corti ed ha annunciato per il 2020 una importante novità: un Premio Internazionale nel ricordo di Gian Luigi Corti per “Una storia di passione, impegno, generosità“.
CLAUDIO ALMANZI