Home Politica Politica Genova

Crollo Ponte Morandi, Rixi: stanziati 6.4 milioni per case agli sfollati

0
CONDIVIDI
Premier Giuseppe Conte e viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi in Val Polcevera

E’ stato approvato oggi all’unanimità dalla Conferenza Stato Regioni lo stanziamento di 6.4 milioni di euro di risorse aggiuntive al riparto dei fondi, destinati all’edilizia pubblica residenziale, alla Città di Genova.

Lo ha annunciato il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Edoardo Rixi (Lega) spiegando che sono destinati a Comune di Genova e Regione Liguria “per dare una risposta abitativa agli sfollati”.

Lo stanziamento sarà finanziato con risorse delle altre regioni.

“E’ un fondo di solidarietà – ha spiegato Rixi – costituito dalla destinazione del 2%, per autotassazione, da parte di tutte le Regioni, rispetto alle proprie dotazioni finanziarie ripartite nel fondo del Mit.

Il fondo di solidarietà da 6,4 milioni di euro va incontro all’emergenza Genova dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi.

Sono risorse che serviranno a Regione e Comune per dare una risposta abitativa alle famiglie rimaste senza casa e andranno ad aggiungersi a quelle della ripartizione ministeriale, approvata oggi dalla Conferenza, che ammontano a circa 18 milioni di euro per la Liguria.

Un atto concreto di questo governo, d’intesa con gli enti locali, per dare una risposta veloce ed efficace a tutti quei genovesi che dallo scorso 14 agosto sono rimasti senza il proprio alloggio.

Da genovese, prima ancora che da sottosegretario, voglio ringraziare il gesto di sensibilità e solidarietà dimostrato da tutte le Regioni italiane verso la Città di Genova”.

Ad oggi risultano 243 i nuclei familiari sfollati dopo il crollo di Ponte Morandi che hanno aderito alle proposte di Comune e Regione di ottenere una casa di proprietà pubblica o di beneficiare del contributo per l’autonoma collocazione. Restano dunque solo 15 i nuclei che non hanno ancora preso una decisione.