Home Sport Sport Mondo

Coronavirus, sono solo Serie A: i problemi del calcio mondiale

0
CONDIVIDI

Sembrava solo un problema del calcio nostrano: invece l’emergenza Coronavirus ha coinvolto, come prevedibile, tutti campionati del mondo.

In Europa la Germania ha deciso di rinviare il prossimo turno, che era in programma a porte chiuse. Resta in agenda, lunedì, una riunione tra i vertici del calcio tedesco: sullo sfondo la possibilità di fermare il movimento sino al 2 aprile.

In Inghilterra la situazione si è evoluta con rapidità nelle ultime ore: la notizia della positività di Arteta ed Hudson-Odoi(rispettivamente tecnico dell’Arsenal e calciatore del Chelsea) ha costretto le squadre alla quarantena e la Premier League allo stop, con ripresa fissata al 4 aprile.

Quarantena in Spagna per il Real Madrid, che si allena nello stesso centro sportivo della squadra di basket del club, dove si è registrato un caso di Covid-19.La Liga resterà ferma per le prossime due giornate.

Non c’è termine, invece, per i primi due campionati francesi: Ligue 1 e Ligue 2 sono stati sospesi sino a data da destinarsi.

Sospesi anche Liga NOS portoghese, che sino a qualche giorno fa sarebbe dovuta andare avanti a porte chiuse, ed Eredivisie olandese, che aveva invece disposto il prosieguo del torneo a porte aperte.

L’emergenza Coronavirus valica i confini europei: in Canada e Stati Uniti è stata sospesa per trenta giorni la MLS ed è stata sospesa la Champions League nordamericana. Nel Sud America invece si registrano decisione nazionali diverse: in Colombia disposto lo stop, in Argentinaed Uruguay si va avanti a porte chiuse ed in Brasile la situazione è in divenire. Sospesa anche la Copa Libertadores.