Home Cronaca Cronaca Italia

Coronavirus in Italia, ma i porti sono aperti: 194 migranti verso Messina

0
CONDIVIDI
La Sea Watch 3

Il governatore chiede la quarantena a bordo della Sea Watch 3

Nonostante l’emergenza Coronavirus presente in dieci regione italiane, i nostri porti rimangono aperti.

La Sea Watch 3, con a bordo 194 migranti salvati in 3 operazioni, si sta dirigendo verso Messina.

Così dopo l’arrivo della Ocean Viking a Pozzallo e lo sbarco dei migranti, ecco profilarsi l’arrivo della Sea Watch 3.

L’ong tedesca dopo aver fatto le pressioni a Malta e all’Italia, ecco l’assegnazione di un porto icuro: Messina con la nave che dovrebbe arrivare nella mattinata di domani.

L’ong ha esultato su Twitter: “Sea Watch ha finalmente un Pos. Navighiamo ora verso Messina, felici di portare le persone soccorse a terra”.

Immediata la reazione dei governatore Nello Musumeci che ha chiesto che la quarantena dei migranti avvenga a bordo della nave e non all’interno degli hotspot.

Il presidente della Regione Sicilia scrive su Facebook: “Faccio appello al presidente Giuseppe Conte: dal governo regionale siciliano è arrivato finora un responsabile atteggiamento rispetto alla gestione unitaria di questa emergenza. Ma serve reciprocità. Avevo chiesto ieri e ribadisco oggi: in un contesto di allarme come quello attuale, suona come una sfida al popolo siciliano pensare di fare sbarcare altri 194 migranti in #Sicilia. Una quarantena a bordo è indispensabile”.

Della staesa ipotesiè stato Matteo Salvini: “Ha ragione il governatore, non è possibile che in un momento come questo il governo permetta lo sbarco di altre centinaia di immigrati, che l'Europa si svegli e se ne faccia carico”.