Home Cronaca Cronaca Italia

Caso Diciotti. Evacuati 16 migranti ammalati. A Treviso denuncia per Matteo Salvini

0
CONDIVIDI
Il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini

Caso “Nave Diciotti” e sviluppi. E’ di pochi minuti fa la notizia che gli ispettori della Sanità Marittima hanno disposto lo sbarco dall’unità della Guardia Costiera attraccata nel porto di Catania di 11 donne e 5 uomini migranti per motivi di salute tra cui tubercolosi e polmonite.

E mentre il Procuratore di Agrigento Patronaggio, che indaga sulle ipotesi di reato nella disposizione del Governo per iniziativa principale del Ministro dell’Interno Matteo Salvini di mantenere a bordo della nave “Diciotti” 150 migranti salvati in mare al largo di Malta cinque giorni fa, ha audito stamane a Roma due funzionari del Ministero dell’Interno come persone informate sui fatti,

a Treviso una denuncia formale nei confronti dello stesso Ministro Salvini, in cui si ipotizza il reato di istigazione all’odio razziale – ex Lege Mancino -, aggravata dalla posizione di responsabile di una pubblica funzione, è stata presentata due giorni or sono da alcuni cittadini alla Procura della Repubblica della città trevigiana.

Per i firmatari il reato si sarebbe consumato attraverso una serie di affermazioni pubbliche rese dal Ministro dell’Interno nonché Vicepremier – tra giugno e luglio – tra le quali citano: “per gli immigrati clandestini è finita la pacchia, preparatevi a fare le valigie, in maniera educata e tranquilla, ma se ne devono andare”.

Nella denuncia si evidenzia che le dichiarazioni del Ministro Salvini avrebbero prodotto inoltre sulla galassia web decine di “commenti xenofobi e razzisti”. “Le affermazioni del Ministro, singolarmente e complessivamente considerate – rilevano i firmatari della denuncia -, hanno travalicato scientemente il limite del legittimo esercizio del diritto di manifestazione del pensiero previsto dall’art. 21 della Costituzione e non sono pertanto tutelate dalla libertà d’espressione”.

Chi sono i firmatari della denuncia

Said Chaibi

Sono cinque le persone che hanno sottoscritto la denuncia contro il Ministro dell’Interno Salvini. Le firme sono quelle di Luigi Galesso, Gabrielle Casagrande, Marta Cassano, Said Chaibi e Renato Zanivan.

Renato Zanivan

Tra di essi due esponenti della politica locale: Said Chaibi, ex consigliere comunale della maggioranza che appoggiava l’allora Sindaco Giovanni Manildo, è stato anche candidato Sindaco (non eletto) alle ultime consultazioni comunali per la coalizione civica “Sinistra per Treviso” e Renato Zanivan che ha ricoperto il ruolo di segretario cittadino di Sel, l’ex formazione politica fondata da Nichi Vendola e nelle cui liste è stata eletta nella precedente legislatura Laura Boldrini poi salita allo scranno della Presidenza della Camera dei Deputati per 5 anni dal 2013 al marzo scorso.

Marcello Di Meglio