Home Cronaca Cronaca Genova

Bische all’aperto ai tempi del Covid: denunciati 5 ecuadoriani a Villa Serra

0
CONDIVIDI
Villa Serra di Comago a Genova (foto d'archivio)

Bische clandestine ai tempi del Covid-19. Nei pressi di Villa Serra di Comago, in Val Polcevera, un gruppo di persone aveva organizzato una casa da gioco illegale all’aria aperta.

Uno di loro portava i tavoli e le carte, altri quattro sono stati scoperti dagli uomini del reparto Giudiziaria della Polizia locale di Genova a scommettere somme di denaro a un gioco simile alla “Scala Quaranta”.

Tutti e cinque sono stati denunciati: quattro per gioco d’azzardo, uno per averlo organizzato e guadagnando, così, indebitamente piccole somme di denaro pagate dagli altri.

Si tratta di tre operai, un giardiniere e un disoccupato stranieri.

Gli indagati sono tutti immigrati regolari di origine ecuadoriana, anche se uno di loro ha ottenuto la cittadinanza italiana.

Da tempo, nei giorni di venerdì e sabato, il gruppo si riuniva per giocare alle carte scommettendo soldi.

La Polizia locale ha sequestrato un totale di quasi cento euro in monete da uno o due euro piazzate sul tavolo in quattro gruzzoli diversi sistemati ognuno vicino al giocatore corrispondente.

Uno di questi aveva vicino a sé ben 49 monete mentre gli altri somme più contenute.

Gli investigatori del reparto Giudiziaria sono anche riusciti a filmare il tavolo da gioco mentre i quattro scommettevano.

Attorno ai biscazzieri si era anche radunato un gruppo di spettatori: in sette sono stati sanzionati secondo le norme contro il contagio da Covid-19 perché creavano assembramento. Tra questi anche l’uomo che portava tavolo, sedie e carte.