Home Politica Politica Genova

Atto vandalico a Sampierdarena: solidarietà da Bucci e Lega a Cgil

0
CONDIVIDI
Atto vandalico alla sede della Spi-Cgil in via Stennio a Genova Sampierdarena

“Massima solidarietà alla Cgil di Genova per il gesto irrispettoso che ha colpito la sede del sindacato in via Stennio a Sampierdarena. Un atto vandalico che condanniamo con fermezza. La Lega è vicino a lavoratrici e lavoratori che pacificamente difendono i loro diritti e le loro libertà”.

Lo hanno dichiarato oggi i consiglieri regionali del gruppo Lega Liguria – Salvini.

Anche il sindaco Marco Bucci ha espresso solidarietà alla Cgil attraverso un post su fb: “Apprendo con dispiacere e sconcerto dell’atto intimidatorio che ha colpito la sede Cgil di via Stennio a Sampierdarena. Un gesto disgustoso che condanniamo con fermezza, ribadendo quanto già condiviso la scorsa settimana durante la seduta del consiglio comunale. Al sindacato, ed in particolare a chi anima la sede di Sampierdarena, va tutta la nostra solidarietà”.

L’atto vandalico, con la colla sulla porta e le uova che hanno imbrattato la sede e il manifestino del 25 Aprile strappato, era stato denunciato stamane su fb dai responsabili della Spi-Cgil Genova e di Anpi Genova: “Questa mattina a Sampierdarena abbiamo trovato così la nostra sede Un altro gesto squadrista dopo le aggressioni registrate in tutta Italia nelle ultime settimane. Noi comunque non ci facciamo intimidire: il nostro lavoro continua regolarmente”.

Indagini in corso da parte degli investigatori della Digos genovese.

Aggiornamento.

“Condanniamo questo gesto – ha aggiunto stasera il governatore ligure Giovanni Toti – che si inserisce in un quadro di tensione generale del Paese, che sarebbe bene svelenire in ogni modo. Prendersela con la sede di un importante sindacato che rappresenta milioni di persone, un pezzo di storia del nostro Paese in un momento così delicato se non è atto di qualche squilibrato è qualche cosa che tutto sommato preoccupa. Spero che le Forze dell’ordine e tutti coloro che sono preposti all’ordine pubblico cerchino di individuare i responsabili di questa spirale, questa catena di accresciuta tensione che non fa bene al Paese”.