Home Politica Politica Genova

FdI: la sinistra dice no a scorte vaccini anti Covid per Paesi bisognosi

0
CONDIVIDI
Capogruppo regionale Stefano Balleari (FdI)

“Ormai avrei dovuto farci l’abitudine ai no della sinistra, ma non riesco ancora a credere che al Governo della Nazione dicano che i vaccini sono importanti e poi nei fatti non riescono a firmare un banale ordine del giorno che impegna la giunta regionale a farsi portavoce per destinare le oltre 11mila dosi di vaccino AstraZeneca e Johnson & Johnson che abbiamo qui in Liguria a nazioni e popolazioni che ne hanno bisogno”.

Lo ha dichiarato il capogruppo Stefano Balleari (FdI) che in tal senso ha presentato un ordine del giorno in consiglio regionale.

“La proposta – ha spiegato Balleari – era semplice. Ci sono circa 11mila dosi di vaccino che non è stato utilizzato e questo non solo è uno spreco economico, ma anche una questione morale: queste dosi potrebbero essere utili per Paesi che sono indietro nella campagna vaccinale.

Per questo motivo, Fratelli d’Italia con un ordine del giorno ha proposto che Regione Liguria si faccia portavoce presso il commissario per l’emergenza Covid-19 affinché queste dosi siano disponibili per chi ne ha bisogno e può farne ottimo uso considerato poi che alcune associazioni di volontariato si sono dette disponibili a farsi carico del trasporto e distribuzione.

Di fronte a questo la sinistra ha risposto ‘no’.

Io ancora non capisco il perché. A meno che non sia una sola presa di posizione di una sinistra ideologica che non può votare le proposte di buonsenso della destra”.