Home Cultura Cultura Genova

Andersen Festival per il sociale

0
CONDIVIDI
Andersen Festival per il sociale
Andersen Festival per il sociale

Andersen Festival per il sociale. Una venticinquesima edizione con una raccolta fondi a sostegno di chi è in difficoltà.

Andersen Festival per il sociale. Dal 3 al 19 giugno.

Il 25° Andersen Festival – a Sestri Levante dal 3 al 19 giugno, sostenuto e promosso dal Comune di Sestri Levante e prodotto da Mediaterraneo Servizi – sarà all’insegna della solidarietà per essere ancora di più un festival di tutti e per gli altri.

La città di Sestri Levante si distingue da anni per le iniziative di solidarietà e il sostegno alle persone con maggiori difficoltà.

Per onorare questa vocazione, specie in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, dopo una lunga pandemia e con una guerra in corso, l’Andersen Festival – una delle manifestazioni che più caratterizzano Sestri Levante – propone una raccolta fondi collegata ad alcuni degli eventi in programma.

Saranno donazioni di minimo 1 euro per i bambini e minimo 5 euro per gli adulti che offriranno l’opportunità di godersi uno spettacolo e allo stesso tempo contribuire a progetti di associazioni ed enti che operano nel campo della solidarietà.

L’intero ricavato andrà al progetto del Comune di Sestri Levante La luce di un gesto – che con le associazioni della città dà sostegno alle fasce più fragili della popolazione locale e, con uno sguardo internazionale, alle esigenze di bambini e famiglie attraverso la cooperazione con associazioni che operano in campo internazionale – e all’associazione In cammino per la famiglia, anch’essa supportata dall’amministrazione comunale, che sta operando per il sostegno alle famiglie ucraine arrivate sul territorio in questi mesi.

Questi gli eventi – in ordine cronologico – attraverso i quali si potrà contribuire alla raccolta fondi:

Cose che non avremmo sperato di potervi dire con Guido Catalano e Roberto Mercadini; La via degli alberi con Pino Petruzzelli;

Naviganti e sognatori con Luca Falomi, Alessandro Turchet, Max Trabucco e Daniele Di Bonaventura; Tutto passa, tutto resta con Gabriella Salvaterra; Amigdala con i Sanpapiè;

La mia patria attuale con Massimo Zamboni; Tandem con Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello; L’imbarazzo dell’infinito con le Officine Papage; Canto per l’Europa con Paolo Rumiz;

Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio con Lodo Guenzi; È bello vivere liberi e La semplicità ingannata, entrambi con Marta Cuscunà; Va dove ti esplode il cuore con Vasco Brondi.

L’acquisto dei biglietti per gli appuntamenti che rientrano in Andersen per il sociale può essere fatto online dal sito www.andersensestri.it e durante i giorni del Festival nell’info point che sarà allestito nella sala Riccio del Comune di Sestri Levante in Piazza Matteotti.

Tutti gli altri appuntamenti dell’Andersen Festival sono a ingresso libero e gratuito.