Home Consumatori Consumatori Italia

A causa del Covid, stagione sciistica a rischio

0
CONDIVIDI
A causa del Covid, stagione sciistica a rischio

In fumo un fatturato di oltre € 12 miliardi, Lesson BOOM il primo portale e app che fa incontrare domanda e offerta delle lezioni sulla neve lancia un appello proposta

Dichiara il Ceo Giovanni Ghigliotti: “Utilizziamo la tecnologia per non chiudere il settore dello sci “.

In Italia le vacanze sulla neve sono ormai alle porte, ma quest’anno, a causa delle misure restrittive per contenere l’emergenza da Covid-19, la stagione sciistica rischia di non partire. Il settore ‘sci’ vale oltre 12 miliardi l’anno in media e un terzo del giro di affari si fa a Dicembre, pertanto fermare tutto è un suicidio per il comparto, come ha anche recentemente affermato  Alberto  Tomba. E purtroppo, anche se si apriranno le piste, si calcola comunque una perdita del 30%.

COSA PROPONE LESSONBOOM

Dichiara Giovanni Ghigliotti CEO e creatore di LessonBOOM: “Circa un anno fa, io ed il mio team, abbiamo realizzato una piattaforma che permette di prenotare il proprio maestro di sci direttamente online, con l’obiettivo di automatizzare un processo che sino a qualche tempo fa avveniva ancora attraverso telefonate ed invio di mail, con una grande perdita di tempo sia per le scuole di sci che per gli utenti.

Faccio un appello al governo ed ai territori affinché considerino l’utilizzo strutturale di piattaforme tecnologiche come la nostra per cercare in ogni modo di salvare un business importante del Paese.

Noi faremo la nostra parte e lanceremo una campagna con sconti fino al 50% per l’intera stagione 2020/2021, per tutti gli utenti che prenoteranno le lezioni di sci attraverso la piattaforma, garantendo al professionista il compenso da lui prestabilito, il tutto grazie all’iniziativa di LessonBOOM, che si farà carico della parte restante. Alle scuole invece, installeremo gratuitamente il nostro software, che permetterà loro di vendere le lezioni online.

Noi siamo pronti a fare la nostra parte, mettendo a disposizione la nostra innovazione ed aiutare il settore della ski industry a sopravvivere a questo difficile inverno.”