Home Politica Politica La Spezia

Violenza sessuale alla Spezia, africano catturato. Medusei: castrazione chimica

0
CONDIVIDI
La Spezia, assessore alla Sicurezza Gianmarco Medusei (Lega)

“Ho appreso più nel dettaglio la dinamica dell’aggressione. Sono senza parole. Castrazione chimica per chi compie atti del genere. E non dico altro”.

Lo ha dichiarato ieri su fb l’assessore comunale alla Sicurezza Gianmarco Medusei (Lega) a seguito dell’aggressione ai danni di una donna che stava facendo jogging sulla pista ciclabile alla Spezia.

Il giovane africano accusato dagli investigatori della Polizia di violenza sessuale è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e rinchiuso in carcere.

Si tratta di un 32enne africano senza fissa dimora, irregolare sul territorio italiano e mai rimpatriato.

“Atto gravissimo – ha aggiunto Medusei – non possono essere tollerati episodi del genere.

Gli irregolari non devono stare nel nostro territorio e chi compie gesti così deve essere arrestato ed immediatamente rimpatriato.

Questa persona, gambiano irregolare, è stato identificato e catturato dalla Polizia di Stato.

Ci auguriamo che venga battuto il quartiere per individuare eventuali clandestini.

Solidarietà alla donna aggredita, ferita e molto scossa”.