Home Politica Politica Genova

Via Prè in mano a loro, Bordilli: nuovo bando per attività di commercio sane

0
CONDIVIDI
Alcol per strada nel Centro storico di Genova

“Un’azione concreta per favorire l’insediamento di attività di vicinato e artigianali nel Centro storico e continuare nella nostra politica di contrasto al fenomeno della desertificazione commerciale”.

Con queste parole l’assessora comunale al Commercio, Paola Bordilli, ieri ha annunciato il varo di un bando pubblico (aperto dal 1° febbraio al 1° aprile 2019) per assegnare locali del Comune situati in via Pré e zone limitrofe, da destinare allo sviluppo di progetti economici e imprenditoriali di micro e piccole imprese.

La concessione avrà un canone inizialmente gratuito (per un periodo dai 12 a 18 mesi).

I destinatari del bando (disponibile nella sezione bandi del sito del Comune all’indirizzo www.comune.genova.it/content/bando-pubblico-l%E2%80%99assegnazione-iniziale-canone-gratuito-di-locali-di-civica-proprieta%E2%80%99-favore) sono imprese già costituite o da costituirsi che si impegnano entro 60 giorni ad avviare l’attività imprenditoriale.

“L’amministrazione comunale prosegue nelle sue azioni mirate a rivitalizzare il Centro Storico e le piccole imprese di qualità, con lo scopo – ha spiegato Bordilli – di premiare chi contribuisce con il suo lavoro alla crescita del tessuto economico urbano e alla valorizzazione del territorio.

Un commercio sano è una delle premesse per la sicurezza della città: favorire attività commerciali e artigianali fortemente legate al territorio significa anche rilanciare le tradizioni locali e la vocazione turistica della città. Esprimo dunque il mio personale auspicio che siano tanti i soggetti a partecipare a questa ‘call’ messa in campo dal Comune”.

I locali messi a bando sono di due tipologie: una prima tabella comprende locali destinati prioritariamente a sede principale di nuova impresa o ulteriore sede operativa di impresa esistente, mentre una seconda tabella riguarda locali pertinenziali concedibili a titolo gratuito anche ad attività già presenti sul territorio.

“Sono particolarmente soddisfatto di questa iniziativa – ha aggiunto l’assessore comunale al Bilancio Pietro Piciocchi – non soltanto perché valorizza il patrimonio immobiliare in possesso del Comune ma anche perché lo trasforma in una fonte di sviluppo economico del territorio”.

Ai fini dell’aggiudicazione, si terrà tenuto conto di criteri tra i quali la valorizzazione delle specificità del territorio, la promozione dei prodotti locali e l’abbellimento e la manutenzione dei locali, così come indicato nel progetto d’impresa.

L’amministrazione comunale pubblicherà sul sito istituzionale un calendario di “open day” nel corso dei quali i tecnici accompagneranno gli interessati e potenziali partecipanti al bando nei locali messi a disposizione.

La documentazione potrà essere consegnata a mano o spedita tramite raccomandata A/R, all’archivio generale del Comune di Genova, piazza Dante n. 10 (1° piano). Oppure inviata alla casella PEC comunegenova@postemailcertificata.it.