Home Sport Sport Savona

Vela, al russo Anatoly Loginov la Dragon Cup di Alassio

0
CONDIVIDI
Un momento delle regate di oggi

Il russo Anatoly Loginov con “Annapurna”, insieme a Vadim Statsenko e Alexander Shalagin, ha vinto la Dragon Cup. I russi, sesti all’ ultimo campionato mondiale di Fremantle in Australia, hanno avuto la meglio sulla flotta dei Dragoni impegnata ad Alassio grazie sopratutto alla regolarità dei risultati: non sono mai scesi sotto il terzo posto nelle cinque prove utili per la classifica.

Il tre volte oro olimpico Jochen Schuemann (una dozzina di titoli mondiali ed europei, oltre ai 3 ori anche un argento olimpico) ha chiuso con “Cameleer” al terzo posto, mentre il migliore degli italiani è risultato secondo: Giuseppe Duca con “Yanez”. La seconda tappa del campionato italiano della Classe Dragoni si svolgerà a Sanremo dal 14 al 17 marzo.

Grande soddisfazione per gli organizzatori: “Siamo contenti- dice Ennio Pogliano, presidente del Cnam di Alassio- Sono state portate a termine sei prove.

In gara abbiamo avuto una flotta internazionale di altissimo livello tecnico.

Siamo felici per il ritorno del mitico Jochen Schuemann: sei Olimpiadi, 3 ori e un argento, su Cameleer di Marcus Brennecke defender del titolo dello scorso anno. Però a vincere è stata l’ altra imbarcazione di assoluto livello presente, “Annapurna” dei russi Anatoly Loginov, Vadim Statsenko, Alexander Shalagin, sesti all’ultimo mondiale in Australia.

Vorrei ringraziare della collaborazione il Comune di Alassio, la Marina di Alassio e gli sponsor Home Partner Consulting, Frantoio Armato, Residence Le Terrazze, Ristorante Gramsci, Pasticceria Canepa, le Cantine Bersano e Gill: senza di loro nulla di quello che si è svolto in questi giorni ad Alassio, si sarebbe potuto realizzare”.

Questa la classifica finale (sei le prove ddisputate): 1) Annapurna” (Loginov- Statsenko- Shalagin), Russia, 10; 2) “Yanez” (Giuseppe Duca, Jean Sebastien Ponce- Vittorio Zaoli), Italia, 13; 3) “Cameleer” (Brennecke- Schuemann-Borkowschi), Germania, 17 punti; 4) “Sunflower” (Fogelson- Khopersky- Kaptuykhin), Russia, 17; 5) “Little Diva” YC Imperia (Michele Benvenuti, Mario ed Andrea Quaranta, Clelia Sessa), Italia, 22; 6) “Jeanie” (Rathsack-Pereira-Melo), Principato di Monaco, 24; 7) Fei-Lin’s Flirtation”(Gran Bretagna), 35; 8) “Javelin” (Italia), 36; 9) “Galatea II”, Reale YC Savona (Giuseppe La Scala, Roberto Benedetti e Simone Dondelli), Italia, 39; 10) Naiad (Gran Bretagna), 42.
CLAUDIO ALMANZI