Home Cultura Cultura Savona

Varazze, Giornata Internazionale della Donna

0
CONDIVIDI
Varazze, Giornata Internazionale della Donna

Le Donne di Dante, lectio magistralis a Varazze per l’8 Marzo

Alle ore 20:30 di lunedì 8 marzo 2021, “Festa della Donna”, Televarazze trasmetterà la registrazione della cerimonia denominata “Le Donne di Dante”, svoltasi lo scorso sabato mattina a Varazze, nello storico chiostro della Chiesa di San Domenico, organizzata dall’Amministrazione comunale e curata dall’Assessorato alla Cultura con la partecipazione di:

– Ing. Luigi Pierfederici, facente funzioni di Sindaco;

– Mariangela Calcagno, Assessore alla Cultura e Servizi Sociali;

– Prof.ssa Elvira Todeschi, insegnante di recitazione e nota attrice teatrale;

– Alfredo Valle, Matteo Rebagliati e Barbara Conte, attori del “Teatro Don Bosco”;

– Prof.ssa Rita Nello Marchetti, scrittrice e docente di letteratura italiana, ora di scrittura creativa presso il Centro Universitario del Ponente (GE);

– Gianni Giusto, dell’Associazione Culturale “U Campanin Russu”;

– Piero Spotorno e Giuseppe Bruzzone, rispettivamente presidente e cameraman di Televarazze.

Inoltre, in questo particolare momento, la città di Varazze non ha trascurato di mettere ancora in evidenza l’annoso, grave e sentito problema della violenza sulle donne, con una serie di spettacoli in flashmob di teatro e di danza organizzati, in sicurezza e nel rispetto delle disposizioni emanate dalle competenti autorità, dal locale Comitato della Croce Rossa Italiana, con la collaborazione di un trio del Gruppo Palcoscenicodanza (Danzastudio Varazze), un’attrice e Alfredo Valle. Uno di questi spettacoli, quello tenutosi difronte alla panchina rossa è stato ripreso da Televarazze.

Pertanto, l’appuntamento da non perdere è fissato per le ore 20:30 di lunedì 8 marzo con Televarazze, la locale emittente della “Città delle Donne”, i cui volontari sono sempre presenti e pronti a tenere informata e partecipe l’intera comunità.

Giornata Internazionale della Donna, conosciuta ai più come “Festa della Donna”, a causa dell’emergenza epidemiologica e il conseguente lockdown per contenere il diffondersi del Covid-19, non verrà celebrata ufficialmente in locali e piazze con conferenze a tema in presenza del folto pubblico che tradizionalmente ogni anno partecipa, ma con eventi privati organizzati in sicurezza e registrati per essere poi trasmessi on line sui social, sempre più presenti e seguiti dalla comunità.

Occasione per ricordare il ruolo svolto dalle Donne nella lotta alla pandemia, che da oltre un anno le vede in prima linea, non solo nelle proprie abitazioni, ma soprattutto in ambito sanitario, dove sono in netta maggioranza e rivestono molteplici ed importanti incarichi in prima linea, svolti con serietà, capacità professionale, sacrificio e materna disponibilità, nonostante il rischio di essere contagiati.

Ed ecco il racconto di Mario Traversi, che ha seguito lo svolgersi della cerimonia nel chiostro di san Domenico:

Con un salto nel “trecento”, Varazze ha reso omaggio, nel settecentesimo anniversario della Sua morte, al sommo vate Dante Alighieri, con una originale e toccante iniziativa culturale svoltasi nel “cinquecentesco” chiostro di San Domenico.

Presentata dall’Assessore alla Cultura Mariangela Calcagno, e dopo un saluto di Luigi Pierfederici, facente funzioni di Sindaco, la manifestazione, dal titolo “Le Donne di Dante” (nata per unire in una intelligente simbiosi la Festa dell’8 marzo, dedicata alle donne, con quanto tramandatoci sul gentil sesso dal sommo Poeta (La Divina Commedia, la Vita Nuova, etc.), è proseguita sotto la regia della prof.ssa Elvira Todeschi, insegnante di recitazione e nota attrice teatrale, in una sequenza di indovinati e toccanti interventi poetici che hanno riproposto i versi immortali di Dante.

La scrittrice Rita Nello Marchetti, docente di letteratura italiana, ora di scrittura creativa presso il Centro Universitario del Ponente (GE), ha quindi illustrato, con una brillante sintesi, il pensiero e l’opera dell’Alighieri nel contesto del Suo tempo, cui hanno fatto seguito gli attori del “Teatro Don Bosco”: Alfredo Valle, Matteo Rebagliati e Barbara Conte, eccellenti interpreti di scelti brani tratti dalla Divina Commedia.

Una riuscita performance, questo indovinato accostamento delle donne del ‘300 a quelle della nostra contemporaneità, in uno scenario “naturalmente” scenografico, che ha siglato il pieno e incondizionato successo della manifestazione, conclusasi con i commoventi versi “Vergine Madre, figlia del tuo figlio …” recitata da Elvira Todeschi davanti alla Madonna del S. Rosario, all’interno della Chiesa.

Elogio per l’Assessorato alla Cultura del Comune di Varazze, organizzatore dell’evento, coadiuvato dallo staff del Teatro Don Bosco e il supporter del tecnico Gianni Giusto, dell’Associazione Culturale “U Campanin Russu”.Televarazze, presente con il suo Presidente Piero Spotorno e il cameraman Giuseppe Bruzzone, ha registrato il tutto, che andrà in onda lunedì 8 marzo, alle ore 20:30, subito il telegiornale della Sera.

L’Assessore Mariangela Calcagno ha espresso la sua comprensibile soddisfazione per la riuscita dell’evento e un particolare ringraziamento al Priore di San Domenico, Padre Daniele Mazzoleni, per la squisita ospitalità.

Mario Traversi, coinvolto dall’interpretazione della ragazza che rappresentava Beatrice, non ha resistito all’irrefrenabile impulso di dedicargli un verso poetico:Il perché di quell’amor di Dante: Ed ora so perché il sommo Dante/ s’innamorò di Beatrice ardentemente/ che scelse in Fiorenza fra le tante/ ed ora noi vediamo qui presente.

Fonte:Mario Traversi, immagini di Traversi e CRI Comitato di Varazze