Home Cronaca Cronaca Genova

Un weekend impegnativo per la Polfer a Genova

0
CONDIVIDI
Consegna alla polizia uno zaino dopo aver rubato i soldi al suo interno
Polfer (immagine di repertorio)

Il fine settimana da poco trascorso è stato particolarmente impegnativo per gli uomini della Polizia Ferroviaria genovese. Domenica pomeriggio, un cittadino bulgaro di 47 anni, senza fissa dimora, ha azionato i dispositivi di frenatura di emergenza senza alcun motivo sulle prime tre carrozze di un treno regionale che stava viaggiando verso Genova Principe, determinando un ritardo al convoglio di circa un’ora e forti disagi per i viaggiatori.

Individuato dagli agenti, è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio.

Sempre nella stazione Principe, sabato pomeriggio una pattuglia degli agenti della Polfer, durante un controllo, ha sorpreso un 31enne cittadino ecuadoriano residente a Savona, con circa 5 grammi di stupefacenti suddivisi in varie dosi che le successive analisi hanno stabilito trattarsi di “derivati degli oppiacei”. Per lui è scattata una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella serata di sabato, all’interno della stazione di Genova Brignole, gli operatori Polfer hanno identificato un rumeno residente a Torino, con vari precedenti penali alle spalle, il quale, nonostante avesse il divieto di dimora nel Comune di Genova, si trovava in questo capoluogo senza un giustificato motivo.

Sempre nella stessa serata, gli Agenti hanno anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale un tedesco di 38 anni che dopo la chiusura dello scalo ferroviario era entrato senza biglietto all’interno della stazione, noncurante del divieto impostogli dalle Guardie giurate in servizio al varco di ingresso.

Nonostante l’uomo sia stato invitato a munirsi di titolo di viaggio o ad abbandonare la stazione, si è scagliato contro gli agenti Polfer che sono stati costretti a bloccarlo e a condurlo  in ufficio.

Nel pomeriggio di sabato, gli Agenti Polfer di Genova Brignole hanno inoltre rintracciato un minore che si era allontanato dalla comunità denominata “casa Nomis” di Rivoli, in provicia di Torino, dove si trovava in affidamento.

Dopo averlo identificato, lo hanno riaccompagnato presso la stessa comunità per minori.

Nel pomeriggio di domenica una ragazza rumena di 24 anni dopo essere svenuta sul marciapiede del binario 8 dalla stazione Brignole, è stata soccorsa dagli Agenti della Polfer e dal personale medico del 118.

Una volta che la giovane si è ripresa, si è accertato che la causa del malore era riconducibile all’assunzione di sostanze alcoliche.