Home Politica Politica Genova

Tursi e Municipi, FdI accoglie Direzione Italia: De Benedictis si sposta più a destra

0
CONDIVIDI
Genova, consigliere comunale Franco De Benedictis

“Con l’ingresso di Direzione Italia in Fratelli d’Italia si consolida la crescita del partito di Giorgia Meloni. L’ingresso definitivo del gruppo di Direzione Italia anche in Comune a Genova, come già avvenuto in tutta Italia, è frutto dello spirito di condivisone e collaborazione che non è mai mancato tra i due capigruppo a Tursi, Franco De Benedictis e Alberto Campanella, dove hanno condiviso battaglie, idee ed impegno”.

Lo hanno annunciato oggi i responsabili genovesi di Fratelli d’Italia.

“Oggi – hanno aggiunto – diventa ufficiale l’ingresso anche nel gruppo consiliare di Genova e nei Municipi con l’adesione sia del capogruppo Franco De Benedictis sia di un importante assessore in giunta oltre a diversi consiglieri municipali.

Ecco i nomi di tutti gli aderenti.

Laura Gaggero, assessore comunale allo Sviluppo economico turistico e Marketing territoriale

Franco De Benedictis, consigliere comunale

Sandro Rossi, consigliere nel municipio IX Levante

Lino Lo Giacco, Consigliere Municipio I.

Anche a Genova prosegue dunque il progetto di un partito sovranista e conservatore che ha origine nel 2018 quando Giorgia Meloni, ad ‘Atreju’, aprì Fratelli d’Italia a partiti e movimenti che avessero idee affini all’idea di patria e Stato per costruire una destra conservatrice moderna ed adatta a raccogliere le sfide di questi nuovi tempi.

Invito immediatamente raccolto dal deputato Raffele Fitto”.

“Come capogruppo comunale – ha spiegato Alberto Campanella – do il benvenuto a tutti partendo da Laura, all’amico Franco a Sandro e a Lino, ma voglio anche approfittare per fare, da Genova, un grande in bocca al lupo all’onorevole Fitto che in Puglia porterà i valori che ci uniscono.

Questo Pd, che gli Italiani mandarono a casa nel 2018, oggi grazie al premier Giuseppe Conte e ai 5Stelle sono tornati a occupare poltrone e cariche”.

“Sono molto entusiasta – ha dichiarato De Benedictis – di questa ufficialità. Con oggi diventiamo la seconda forza politica di Palazzo Tursi e lavoreremo per una Genova migliore sempre più vicina alle esigenze dei genovesi. Il ‘Modello Genova’ è il modello che vogliamo portare a Roma quando lasceranno che il popolo si esprima e che mandi a casa il Governo Conte con la sua innaturale e inconcludente armata Brancaleone”.