Home Economia Economia La Spezia

Tornano le crociere Costa a La Spezia

0
CONDIVIDI
Tornano le crociere Costa a La Spezia

Dopo Diadema, da ottobre alla Spezia arriverà AIDAblu di AIDA Cruises, marchio tedesco di Costa, mentre a dicembre debutterà Firenze

La compagnia ha sviluppato un protocollo di salute e sicurezza che prevede test Covid-19 con tampone per tutti gli ospiti e l’equipaggio, controllo della temperatura, visite delle destinazioni con escursioni protette, distanziamento fisico anche grazie alla riduzione del numero di passeggeri, nuove modalità di fruizione dei servizi di bordo, potenziamento della sanificazione e dei servizi medici.

Le crociere tornano alla Spezia con Costa Diadema. La nave, che è la seconda di Costa Crociere a riprendere il mare con ospiti a bordo, è arrivata in porto stamattina, alle ore 7 circa, nell’ambito di una crociera di una settimana dedicata alla riscoperta, in sicurezza, del meglio dell’Italia. L’itinerario, riservato solo a ospiti residenti in Italia, è partito da Genova sabato 19 settembre, ha fatto tappa nei giorni scorsi a Civitavecchia, Napoli e Palermo e Cagliari, e domani si concluderà a Genova.

Dopo questa prima partenza, nelle prossime settimane la nave sarà di nuovo alla Spezia per una crociera riservata al mercato francese. Dal 22 ottobre arriverà anche AIDAblu di AIDA Cruises, marchio tedesco del Gruppo Costa, che farà scalo alla Spezia tutti i giovedì sino a metà dicembre nell’ambito di un itinerario di sette giorni dedicato interamente all’Italia. Per la prossima stagione invernale la grande novità sarà il debutto della nuova nave Costa Firenze, in costruzione presso lo stabilimento Fincantieri di Marghera (Venezia), espressione dell’inimitabile gusto italiano, il cui design trae ispirazione dal Rinascimento fiorentino nel suo massimo splendore. A partire dal 28 dicembre 2020, Costa Firenze sarà alla Spezia tutti i lunedì per crociere di una settimana che toccheranno anche Genova, Napoli, Valencia, Barcellona e Marsiglia.

“E’ un grande piacere poter rivedere una nave Costa alla Spezia con i nostri ospiti a bordo. In questi mesi abbiamo lavorato intensamente con le istituzioni per proporre una nuova esperienza di crociera che garantisca il massimo della sicurezza per ospiti, equipaggi e comunità locali, ma permetta allo stesso tempo di godere pienamente di tutti i servizi che rendono uniche le nostre vacanze.

I primi riscontri che stiamo ricevendo dagli ospiti a bordo sono davvero incoraggianti”. – ha dichiarato Carlo Schiavon, Country Manager Italia Costa Crociere. “La Spezia rappresenta un porto importante per la ripartenza di Costa. Il ritorno delle nostre navi porterà benefici alle numerose attività turistiche legate al nostro settore presenti sul territorio.”

Per la ripartenza delle sue crociere Costa ha sviluppato insieme a un panel di esperti scientifici un nuovo protocollo, il Costa Safety Protocol, che contiene nuove misure operative adeguate alle esigenze della situazione COVID-19, perfettamente conformi alle disposizioni in materia definite dalle autorità italiane ed europee. I passeggeri in arrivo oggi su Costa Diadema sono stati sottoposti prima dell’imbarco, avvenuto a Genova, al controllo della temperatura corporea, alla verifica del questionario sanitario e a un test con tampone antigenico. Per i casi sospetti è possibile effettuare un test con tampone molecolare.

Prima dell’imbarco anche l’equipaggio è stato sottoposto a test con tampone molecolare in momenti diversi, ed ha osservato un periodo di quarantena di 14 giorni. Il test sull’equipaggio viene inoltre ripetuto una volta al mese.

Le destinazioni comprese nell’itinerario di Costa Diadema potranno essere visitate esclusivamente con escursioni protette organizzate dalla compagnia in gruppi ristretti di persone, con controllo della temperatura prima di uscire e di rientrare a bordo, e utilizzo di mezzi igienizzati.  Per quanto riguarda La Spezia, le escursioni prevedono un tour della città con degustazioni gastronomiche, Lerici, le Cinque Terre, Firenze e Pisa.

L’offerta a bordo della nave è stata ridisegnata secondo le procedure del protocollo di sicurezza, ma senza rinunciare agli elementi caratteristici della vacanza in crociera, anche grazie al distanziamento fisico favorito dalla riduzione della capienza della nave. Ad esempio, gli spettacoli vengono ripetuti più volte per gruppi ristretti di persone; i ristoranti offrono solo il servizio al tavolo; la capacità delle sedute nei teatri, show lounge, bar e ristoranti è stata rivista per tenere conto del distanziamento fisico; per alcune aree, come spa, piscine, miniclub per bambini, sono previsti ingressi scaglionati con un numero limitato di persone alla volta. Sono state inoltre intensificate le attività di sanificazione e igienizzazione di tutti gli ambienti di bordo, comprese le cabine, e sono stati potenziati i servizi medici.

Ulteriori misure a garanzia della sicurezza sono l’utilizzo della mascherina quando necessario, gli erogatori con gel igienizzante per le mani e la misurazione della temperatura corporea garantita in qualsiasi momento tramite dispositivi elettronici self-service presenti a bordo.