Home Sport Sport La Spezia

Spezia, Meluso si presenta: Onorato di essere qui

0
CONDIVIDI

Ieri pomeriggio, presso la sala conferenza dell’Intels Training Center “Bruno Ferdeghini”, il Presidente Stefano Chisoli ha preso parola per presentare alla stampa il nuovo Direttore Generale dell’area tecnica Mauro Meluso, il quale da subito si è detto onorato e molto entusiasta di cominciare questa nuova avventura:

Presidente Chisoli: “Si è da poco concluso un anno fantastico, culminato con un’incredibile promozione; soltanto dieci giorni fa eravamo ad esultare per la conquista della Serie A ed oggi ci ritroviamo a presentare questa nuova stagione, che mi auguro sia la più emozionante possibile. Abbiamo fatto qualche modifica all’interno della società, a cominciare dalla nomina di Mauro Meluso, che riteniamo sia l’uomo giusto per la direzione dell’area tecnica. Allo stesso tempo ringraziamo Guido Angelozzi per l’ottimo lavoro svolto nelle due stagioni trascorse con noi e concluse con l’ottenimento di un traguardo storico per il Club e per tutta la città”.

“Questa mattina abbiamo avanzato anche noi la proposta per posticipare il nostro esordio in massima serie di una settimana, come fatto da Inter e Atalanta; ci sembrava giusto visto che abbiamo terminato la stagione a fine agosto e quindi abbiamo avuto meno tempo per pianificare la stagione; ci auguriamo che la Lega accetti la nostra proposta”.

Mauro Meluso: “Sono onorato di entrare a far parte dello Spezia Calcio, una società che sta crescendo a dismisura negli ultimi anni, sotto tutti i punti di vista. Faccio un grande plauso a chi mi ha preceduto per aver allestito un’ottima squadra, al mister per il grande lavoro svolto e a tutti i calciatori per quanto hanno saputo fare sul campo. Sono contento che Italiano sia rimasto, perché so quanto vale come allenatore e sono sicuro che farà ancora una volta un gran lavoro.

Voglio costruire una squadra battagliera, questa dovrà essere la principale caratteristica; per esperienza dico che in Serie A serviranno qualità tecnica e forza fisica, i miei giocatori saranno una sintesi di questi aspetti.

La decisione di venire qui non è stata difficile, una volta che ho ricevuto la chiamata del Presidente ho subito accettato; ho raggiunto i vertici societari in Sardegna, dove si è potuto pianificare la programmazione della stagione. L’obiettivo ovviamente sarà la salvezza, non faremo spese folli ma calibrate, cercheremo di raggiungere il nostro obiettivo lottando con le unghie e con i denti.

Ora pensiamo solo a metterci all’opera e a lavorare concretamente sul mercato, perché come sappiamo il tempo stringe; il mio telefono è in azione da qualche giorno, mancano poco più di due settimane all’inizio della Serie A e per il 19 settembre dovrò cercare di dare in mano all’allenatore una squadra la più completa possibile”.