Home Sport Sport Italia

Scontri Inter-Napoli, un morto. Questore di Milano: curva chiusa e blocco trasferte

0
CONDIVIDI
Curva Inter (foto di repertorio)

E’ morto stamane il tifoso dell’Inter investito ieri sera da un suv prima della partita Inter-Napoli allo stadio Meazza. L’informazione è stata confermata dalla Questura di Milano.

Si tratta di Daniele Belardinelli, 35 anni, originario di Varese, che in passato aveva ricevuto almeno un provvedimento Daspo.

Il questore Marcello Cardona, davanti alla telecamere, stamane ha spiegato che chiederà al Comitato per l’ordine pubblico il blocco delle trasferte e la chiusura della curva dell’Inter.

Secondo le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, il tifoso è stato travolto dal veicolo a conclusione di scontri fra ultrà nella zona di via Novara intorno alle 19.30.

Risulta che oltre un centinaio di ultras nerazzurri, ma anche supporter del Varese e del Nizza, abbiano assalito alcuni pulmini con a bordo i tifosi del Napoli.

Secondo quanto riferito, gli occupanti dei van sono scesi dal veicolo ed è nata una rissa. Un tifoso del Napoli è stato accoltellato in modo lieve a un fianco e altri hanno riportato contusioni.

Il tifoso nerazzurro sarebbe stato investito mentre il van si stava allontanando dalla zona dei tafferugli. Il 35enne, le cui condizioni sono apparse subito molto gravi, era stato ricoverato in ospedale e sottoposto a un intervento chirurgico che purtroppo non è servito a salvargli la vita.

La scorsa notte e stamane tre ultras della curva nord dell’Inter sono stati arrestati da agenti della Digos perché presenti all’agguato contro i rivali partenopei. Al momento, devono rispondere dei reati di rissa e lesioni. I poliziotti hanno anche eseguito dieci perquisizioni, tra cui quattro a casa di ultras interisti e tre nelle abitazioni di tifosi del Varese. Non escludono di effettuare altri fermi nelle prossime ore.