Home Cronaca Cronaca Italia

Sanremo, la pioggia aumenta thc: da canapa light a stupefacente. Sequestrate 2000 piante

0
CONDIVIDI
Carabinieri e piante di marijuana (foto d'archivio)

La pioggia aumenta il limite del delta-9-tetraidrocannabinolo (thc) della cosiddetta “canapa light” e un coltivatore legale del sanremese finisce nei guai.

Incredibile, ma vero. Circa duemila piante coltivate per l’industria tessile, che avevano un valore di thc superiore allo 0,6 per cento previsto dalla legge, ieri sono state sequestrate dai carabinieri di Sanremo e verranno distrutte.

L’intervento dell’Arma è avvenuto nell’ambito di un piano di intensificazione dei controlli delle coltivazioni autorizzate nella Riviera ligure di Ponente, messo in atto dai militari per verificare che dietro piantagioni all’apparenza legali non si nascondano abusi e illegalità.

In questo caso, però, anche se il coltivatore è stato denunciato per la violazione della normativa in materia di canapa legale, l’aumento del valore di thc (risultato circa lo 0,65 per cento) non è stato riconosciuto doloso perché potrebbe essere stato provocato dalle piogge degli ultimi giorni.

La posizione giudiziaria del coltivatore sanremese potrebbe quindi essere archiviata, ma le piante, potendo produrre sostanza stupefacente, saranno ugualmente distrutte.