Home Politica Politica Genova

Rottura giunto viadotto A12 Sori, Tosi: interrogazione in Regione ma non hanno fatto nulla

0
CONDIVIDI
Consigliere regionale Fabio Tosi (M5S)

“Lo scorso 3 luglio, avevamo saputo che sull’A12, all’altezza del viadotto Sori in direzione Recco, si era verificata la rottura di un giunto, con danni alle vetture (un camion e quattro auto) in transito. Subito dopo, come M5S, avevamo interrogato in merito alla giunta e all’assessore competente”.

Lo ha ribadito oggi il consigliere regionale Fabio Tosi (M5S) dopo che gli investigatori della GdF, che indagano sull’inchiesta Ponte Morandi bis, hanno effettuato un blitz sul viadotto autostradale di Sori bloccando una corsia della carreggiata.

“In tutta risposta – ha spiegato Tosi – l’assessore Giacomo Giampedrone ebbe a dire che avremmo dovuto rivolgerci (noi non la giunta) all’allora Ministro del Mit Danilo Toninelli.

Oggi apprendiamo che proprio sul tratto in questione del viadotto autostradale di Sori, gli investigatori della Guardia di Finanza, su delega della procura genovese, hanno svolto controlli mirati nell’ambito dell’indagine sui falsi report sui viadotti, calandosi fino all’interno dei ‘cassoni’ per verificare lo stato di salute dell’impalcato.

Ora, a più di tre mesi di distanza, la domanda sorge spontanea: in questo lasso di tempo, la giunta Toti si è interrogata o si è voltata dall’altra parte, lasciando ad altri il compito di indagare?”.

Da parte loro, i responsabili di Autostrade per l’Italia hanno riferito che sul viadotto Sori “è stata effettuata una recente ispezione riguardante tutta la struttura, comprese le parti interne, che sono state verificate tramite l’utilizzo di droni dotati di telecamere ad alta risoluzione.

La struttura è stata inoltre monitorata anche da qualificate società esterne di ingegneria.

Sulla base di un programma stabilito che riguarda le parti interne, la direzione di Tronco di Genova di ASPI effettuerà ulteriori controlli servendosi di personale specializzato in attività in ambienti confinati, prelevando anche campioni di materiale.

La Direzione di Tronco oggi ha dato il necessario supporto e collaborazione alle ispezioni effettuate dalla Guardia di Finanza, gestendo la segnaletica e la viabilità sul viadotto”.