Home Consumatori Consumatori Italia

Ridurre gli sprechi per combattere i rincari della luce

0
CONDIVIDI
Ridurre gli sprechi per combattere i rincari della luce

L’energia elettrica alimenta, oggi, tantissimi oggetti indispensabili per la nostra vita quotidiana e per le nostre professioni, dalle lampadine ai computer, dai condizionatori alle macchinette del caffè.

La bolletta della luce è dunque una voce di spesa inevitabile e tutti noi dobbiamo fare i conti con i rincari: secondo Arera, l’Autorità che regola il mercato dell’energia, tra ottobre e dicembre di quest’anno la spesa media per l’elettricità aumenterà ben del 15,6%, a causa del progressivo incremento della domanda dopo la fine del periodo di lockdown della primavera.

È possibile però risparmiare, scegliendo le tariffe luce migliori e riducendo i consumi: bastano infatti piccole accortezze quotidiane, senza dover rinunciare alle proprie abitudini di vita, per utilizzare meno e meglio l’elettricità. Per cominciare, si può partire dall’illuminazione: bisogna ricordarsi di spegnere le luci quando si esce da una stanza oppure quando la luce del sole che filtra dalle finestre è sufficiente. Conviene poi sostituire le vecchie lampadine a incandescenza, per chi ancora ne avesse, con quelle a LED, che consumano fino a dieci volte meno a parità di illuminazione.

Un altro ambito di risparmio energetico è costituito da un utilizzo consapevole e razionale di tutti gli elettrodomestici che riempiono le nostre case: è importante spegnerli dopo l’uso e scollegare i caricabatteria dalle prese; se è presente in casa anche una cucina elettrica, è consigliabile mettere sempre il coperchio sulle pentole; questa pratica aiuterà l’acqua a bollire prima o il cibo a cuocere più in fretta, riducendo quindi il consumo di energia.

Anche il riscaldamento domestico può essere un’area d’intervento: molti, infatti, possiedono stufette elettriche e condizionatori. Si consiglia di mantenere una temperatura il più possibile costante, e non eccessiva, e di evitare di tenere porte e finestre aperte a lungo, per non disperdere calore o aria fresca, evitando quindi l’uso di ulteriore energia elettrica per ripristinare i gradi desiderati.

Infine, vale la pena tenere sott’occhio il mercato e fare attenzione alle tariffe luce più convenienti, come  quelle di E.ON, uno dei principali operatori energetici in Italia, che offrono un prezzo conveniente della Componente Energia, in diverse soluzioni studiate a seconda delle abitudini di consumo, che aiutano anche a vivere in un mondo più sano, attento e responsabile nei confronti dell’ambiente.