Home Politica Politica Genova

Regione Liguria, Lega: Terzo Valico va avanti, Pd sceso in piazza a sproposito

0
CONDIVIDI
Terzo Valico (foto di repertorio)

“Dalle parole ai fatti. Grandi opere necessarie per lo sviluppo di Genova e della Liguria. Posti di lavoro salvi. Come più volte spiegato e previsto, grazie all’impegno del nostro viceministro Edoardo Rixi e dei parlamentari leghisti a Roma, il Terzo Valico va avanti. Si tratta di un altro successo, dopo la Legge per Genova che vale un miliardo di euro per il territorio, famiglie, lavoratori, imprese e cittadini del capoluogo ligure”.

Lo hanno dichiarato oggi i consiglieri regionali della Lega.

“A differenza di ciò che è accaduto in passato – hanno aggiunto i consiglieri – il nuovo governo ha riconosciuto l’importanza della Liguria e del suo porto principale per lo sviluppo dell’intero Paese. Con la realizzazione del Terzo Valico, infatti, si riuscirà a completare il corridoio Genova-Rotterdam, collegamento essenziale con il bacino Padano e il Nord Europa.

Spiace constatare che il Pd, anziché stare dalla parte del territorio, il giorno prima del positivo annuncio del ministro Toninelli e del viceministro Rixi sia sceso in piazza partecipando al presidio davanti alla Prefettura di Genova organizzato da alcuni lavoratori del Terzo Valico e sindacalisti di Cgil e Uil. Una manifestazione alla quale altri lavoratori e il sindacato Cisl non hanno aderito perché ritenuta inopportuna.

Come dimostrato dai fatti, da parte del Pd si è quindi trattato di mera propaganda politica perché scendere in piazza a sproposito o a ogni costo non aiuta senz’altro lo sviluppo di Genova e della Liguria, né i lavoratori e le loro famiglie.

La testa si rialza e il declino si può fermare grazie al concreto impegno per il territorio, non con gli slogan urlati a tempo inopportuno”.