Home Consumatori Consumatori Genova

Recco, c’è la gift card per favorire il commercio

0
CONDIVIDI
Recco, c’è la gift card per favorire il commercio

Recco, c’è la gift card per favorire il commercio e fare acquisti nei negozi della città.

Torna “Recco Gift Card”, la carta tipo bancomat che permette di fare acquisti e regali nei negozi associati Ascom e Civ aderenti all’iniziativa. Questa nuova idea può essere utile per rilanciare ed incentivare l’economia del territorio.

Regalare la Recco Gift Card è semplicissimo. Bisogna  recarsi presso l’ufficio Pro Loco Recco e fare direttamente l’acquisto della card. Oppure inviare una mail a reccogiftcard@prolocorecco.it facendo richiesta di acquisto della card.  La card potrà essere ritirata presso l’ufficio dal destinatario del regalo o presso l’attività commerciale nella quale si vuole acquistare.

La card è stata realizzata in due tagli da euro 20 e da euro 50 euro, spendibile in una unica soluzione presso il negozio scelto. Oltre che da Ascom e Civ la “gift card” è promossa dalla Pro Loco e dal Comune di Recco. «Per ogni Amministrazione comunale il rilancio del commercio è un tassello fondamentale nell’economia cittadina.

Con la gift card puntiamo a rimettere in moto il settore e a promuovere la città e gli acquisti recchelini, creando un circolo virtuoso e sostenendo la comunità». Spiegano il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore alle attività produttive Enrico Zanini. 

Al via gli interventi di pulizia nel torrente Recco e nel rio della Ne. 

Imminenti i lavori di pulizia del torrente Recco nel tratto a monte del Rio Arbora per circa 500 metri. Lavori inseriti in un ampio progetto di protezione civile.  Questo per la manutenzione ordinaria, avviato nell’alveo del torrente tra la foce e la frazione Corticella.

L’intervento, finalizzato al miglioramento delle condizioni di deflusso delle acque. Questo per la mitigazione dei rischi per la pubblica incolumità, prevede una spesa di oltre 5mila euro. Affidato anche l’incarico per provvedere alla pulizia dell’alveo del rio della Ne, nel tratto a valle di via Alpini d’Italia, per circa 400 metri.

Commentano il sindaco Carlo Gandolfo, l’assessore alla manutenzione Caterina Peragallo e il consigliere delegato alla protezione civile Chicca Zanzi.

«Con questi interventi di manutenzione dei corsi d’acqua, compiamo un’efficace prevenzione dai rischi alluvionali. Per la difesa del suolo, con l’obiettivo di messa in sicurezza del territorio e per salvaguardare persone e cose». ABob