Home Cronaca Cronaca Genova

Pusher gabonese di crack arrestato a Sestri Ponente

0
CONDIVIDI
Colto in flagrante durante la cessione di crack: senegalese arrestato
Spaccio di droga (foto di repertorio)

Si cambiava spesso di abito per non farsi riconoscere. Ha cercato la fuga tra i binari della stazione mentre arrivava il treno ed è stato preso

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un gabonese di 20 anni per traffico di stupefacenti e resistenza a Pubblico ufficiale.

Gli uomini del Commissariato Sestri Ponente, da alcuni giorni tenevano d’occhio il giovane sospettato di aver avviato un’attività di spaccio nei pressi della stazione di Sestri Ponente, approfittando dell’intenso flusso dei pendolari che gravitano nello scalo.

In particolare lo hanno visto indossare in più occasioni anche 5 pantaloni, uno sopra l’altro e 4 tra maglie e felpe, tutte di colore diverso, così da cambiarsi ad ogni viaggio tra le stazioni ferroviarie di Sestri Ponente e Pegli, nel tentativo di rendersi poco riconoscibile tra un viaggio e l’altro.

Ieri, nel pieno pomeriggio, i poliziotti hanno deciso di agire e lo hanno colto in due distinte cessioni di stupefacente, risultato poi essere “crack”, dando vita ad un inseguimento a dir poco rocambolesco tra i binari della stazione ferroviaria, al termine del quale è stato arrestato.

Il giovane, alto 1,90 m. e fornito di corporatura muscolosa, si dava appuntamento con i suoi fedeli clienti nei pressi della stazione ferroviaria, in alcuni casi fuori dall’antistante Mercato del Ferro, altre volte sulle pensiline e lo scambio avveniva quasi sempre nel sottopasso.

Una pallina tirata fuori dalla bocca e la banconota del cliente che finiva rapidamente nella sua mano.

Una volta esaurita la scorta, l’uomo prendeva il treno in direzione di Pegli, si riforniva, si cambiava d’abito e tornava su un treno che lo riportava a Sestri Ponente.

Ieri, alla prima cessione di stupefacente, due poliziotti hanno fermato fuori dalla stazione l’acquirente, mentre altri 3 colleghi sono saliti sul treno che il 20enne aveva preso al volo, in modo da non perderlo di vista.

Alla seconda cessione gli agenti lo hanno fermato ma il giovane gabonese, con uno scatto da centometrista, si è dato alla fuga andando verso i binari, proprio mentre stava arrivando un treno.

I poliziotti, nonostante la sua violenta resistenza che ha cagionato ferite guaribili in 6 giorni ad una poliziotta ed il tentativo scongiurato di gettarsi dalla pensilina, lo hanno bloccato tirandolo via prima dell’arrivo del treno. Accompagnato in Questura per l’identificazione, il giovane è stato trovato in possesso di 237 euro in banconote di piccolo taglio ed è risultato destinatario di un ordine di cattura per l’espiazione di 1 anno ed 11 mesi di reclusione, sempre per spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo il rito per direttissima fissato per la mattinata odierna, sarà tradotto in carcere a Marassi per scontare la precedente pena.