Home Cronaca Cronaca Genova

Procuratore di Genova dalla parte di Autostrade: ok controlli gallerie, pazienza per i disagi

0
CONDIVIDI
Procuratore capo di Genova Francesco Cozzi (foto di repertorio)

“Meno male che fanno i controlli alle gallerie. Pazienza per i disagi. Altrimenti rischiamo quanto accaduto col Ponte Morandi. Meglio qualche chilometro di coda che altri morti”.

Lo ha riferito oggi l’agenzia Ansa, citando le parole del procuratore della Repubblica di Genova Francesco Cozzi in merito alle chiusure per ispezioni e lavori alle gallerie autostradale liguri.

Nei giorni scorsi molti genovesi, cittadini e amministratori, si erano scagliati contro la Società Autotrade per l’Italia perché, in sostanza, pur avendone la possibilità, i lavori non erano stati fatti durante i mesi e anni precedenti e neppure durante il lockdown quando il traffico era praticamente inesistente o molto ridotto rispetto a oggi.

Genova Est chiuso, Forum civico ligure: lavori dovevano essere fatti scaglionati negli anni

Disastro Autostrade, Toti a Governo: in Liguria cantieri fermi, smettete di litigare sul da farsi

Toti: se Governo non vuole togliere concessioni almeno costringa Autostrade a fare i lavori

Salvatore: italiani senza soldi, ma Autostrade vuole 2 miliardi garantiti dallo Stato

“Se avessero fatto i lavori sul Ponte Morandi – ha riferito il procuratore Cozzi – ci sarebbero stati disservizi, ma non i morti.

Il problema andava risolto prima, sia per i viadotti che per i tunnel.

Si tratta di non aspettare la roulette russa”.