Home Sport Sport Genova

Primavera, Samp espugna il Vismara: 0-2 al Milan

0
CONDIVIDI

Un gol per tempo di Siatounis e un’organizzazione impeccabile consentono alla Sampdoria Primavera di superare il Milan a domicilio sul prato del “Vismara” e agganciare momentaneamente l’Inter in vetta alla classifica a quota 49.

Vantaggio. Il primo caldo si fa sentire e a testimoniarlo è il ritmo piuttosto blando. I blucerchiati lasciano l’iniziativa ai rossoneri ma, una volta recuperata la sfera nella propria metà campo, danno vita a vertiginose ripartenze che mettono in costante apprensione la retroguardia avversaria. Come al 5′ quando Brentan allarga per Di Stefano, abile di prima intenzione ad innescare Montevago che si invola ma chiude troppo il mancino. Al 12′ è Coubis a mettere i brividi a Saio: il destro del milanista sfiora il legno. Al 21′ è proprio il palo a fermare un tiro di Ercolano, bravo a sfruttare un diagonale impreciso di Siatounis. Il greco si rifà però al minuto 37, ricevendo da Montevago e lasciando partire con il sinistro una parabola imprendibile per Jungdal. 0-1 e vantaggio all’intervallo.

Vetta. La ripresa si apre così come si era chiuso il primo tempo. Il Doria preme e Siatounis trova la personale doppietta: al 12′ un altro potente mancino da fuori rimbalza davanti a Jungdal e lo supera. Il raddoppio ci permette di amministrare con tranquillità il prosieguo di gara. Unico neo il giallo allo stesso Siatounis al 25′: era diffidato, salterà la trasferta in casa della Roma. Al 32′ i rossoneri potrebbero riaprire i giochi con Obaretin ma Saio ipnotizza il rossonero e d’istinto devia in angolo. Il portiere blucerchiato si ripete al 40′, quando respinge un tentativo di Kerkez e ci permette di chiudere con la porta inviolata. Dopo due pareggi interni consecutivi, torniamo ad assaporare il gusto dolce dei tre punti e torniamo momentaneamente in vetta.

Milan           0
Sampdoria 2
Reti: p.t. 38′ Siatounis; s.t. 12′ Siatounis.
Milan (4-3-3): Jungdal; Coubis, Obareti, Michelis, Oddi (25′ s.t. Kerkez); Frigerio (1′ s.t. Di Gesù), Brambilla, Mionic (25′ s.t. Saco); Olzer (15′ s.t. Roback), Nasti (15′ s.t. N’Gbesso), Capone.
A disposizione: Moleri, Pseftis, Tahar, Filì, Cretti, Tolomello, Robotti.
Allenatore: Giunti.
Sampdoria (3-5-2): Saio; Aquino, Angileri (30′ s.t. Somma), Obert; Ercolano, Brentan, Trimboli, Siatounis (34′ s.t. Francofonte), Giordano; Di Stefano (34′ s.t. Canovi), Montevago (23′ s.t. Krawczyk).
A disposizione: Zovko, Migliardi, Paoletti, Marrale, Malagrida, Pedicillo, Miceli, Gaggero.
Allenatore: Tufano.
Arbitro: Cascone di Nocera Inferiore.
Assistenti: Garzelli e Testi di Livorno.
Note: ammoniti all’11’ p.t. Obaretin, al 25′ s.t. Siatounis, al 46′ s.t. Capone per gioco scorretto; recupero 0′ p.t. e 4′ s.t.; terreno di gioco in buone condizioni.